Storia e Cultura

IL RITUALE SATANICO DI MADONNA DURANTE UN CONCERTO A DALLAS TRA LE PROTESTE DEL PUBBLICO. IL LEGAME CON LA KABBALAH

Durante un concerto tenutosi presso l’American Airlines Center di Dallas, Madonna ha scelto di incorporare una versione alterata dell’inno di preghiera “Al Yawm Oulliqa Aala Khashaba”, capolavoro della leggendaria cantante libanese Fairouz, in una scena che molti hanno descritto come un rituale dal carattere satanico.

La scelta di Madonna ha sollevato non poche polemiche, in particolar modo per l’utilizzo distorto di un pezzo che narra la crocifissione di Gesù Cristo, una tematica profondamente radicata nella fede cristiana e particolarmente sentita durante il periodo della Settimana Santa. La performance si è svolta all’interno del remix di “Justify My Love”, noto come “The Beast Within”, dove l’inserimento dell’inno ha creato un netto contrasto con il contesto della performance, percepito da molti come un ennesimo atto di blasfemia se non un vero e proprio rituale satanista.

La reazione del pubblico non si è fatta attendere. Tra i presenti al concerto, vi sono stati coloro che, indignati, hanno scelto di abbandonare l’evento, esprimendo apertamente il proprio dissenso. Una spettatrice ha condiviso il proprio sconcerto su una pagina social di Dallas, definendo quanto assistito un “rituale satanico” e sottolineando la decisione di molti di lasciare l’evento in segno di protesta.


Questo incidente ha riportato alla luce una controversia passata legata all’utilizzo della stessa opera di Fairouz da parte di Madonna, nell’album “Erotica”. Quell’episodio si era concluso con un patteggiamento extragiudiziale, in cui la cantante americana aveva accettato di versare 2,5 milioni di dollari come risarcimento, oltre a subire un divieto di ingresso in Libano.

Ma chi è veramente Madonna? Oltre all’icona pop che tutti conosciamo, c’è una Madonna che ha un legame profondo con la religione, in particolare con la mistica ebraica. Cresciuta in una famiglia cattolica, ha sempre avuto una curiosità insaziabile per le altre tradizioni spirituali. Ha studiato la Kabbalah, ha esplorato il buddismo e l’induismo.

Madonna tra kabbalah e Satanismo

Il suo coinvolgimento con la Kabbalah è significativo. Attraverso il Kabbalah Centre di Los Angeles, ha abbracciato appieno gli insegnamenti della Kabbalah. Il Kabbalah Centre è stato criticato per le sue pratiche commerciali e il suo allontanamento dalla tradizione ebraica autentica che riserva solo agli uomini la conoscenza dei segreti misterici. Ma Madonna non sembra averci fatto troppo caso.

IL RITUALE SATANICO DI MADONNA DURANTE UN CONCERTO A DALLAS TRA LE PROTESTE DEL PUBBLICO. IL LEGAME CON LA KABBALAH News Academy Italia
Un testo sulla Kabbalah


Madonna ha cercato di strutturare la sua vita attorno agli insegnamenti della  Kabbalah, (nota anche come Qablah o Cabbalah) che secondo Wikipedia è “una disciplina e una scuola di pensiero che riguarda l’aspetto esoterico del giudaismo rabbinico”. La Kabbalah si sviluppò tra il VI e il XIII secolo tra gli ebrei di Babilonia, Italia, Provenza e Spagna. La parola Kabbalah significa “ricevere” e si riferisce alla rivelazione di Dio ricevuta dagli ebrei e trasmessa alle generazioni successive attraverso la tradizione orale. La parola fu usata per la prima volta dal giudaismo tradizionale, ma in seguito finì per riferirsi a coloro che credevano che solo a pochi eletti fosse stata data da Dio la conoscenza segreta del “vero” significato delle Scritture. Come la maggior parte delle organizzazioni esoteriche, a coloro che sono nuovi iniziati nella Kabbalah non vengono forniti tutti i veri significati e segreti dietro le pratiche. Questo è riservato ai praticanti di livello superiore.

La Kabbalah somiglia molto ad alcune delle credenze degli gnostici greci in quanto entrambi i gruppi ritenevano che solo a pochi eletti fosse stata data una comprensione o conoscenza più profonda. Inoltre, la Kabbalah insegna che le emanazioni di Dio hanno compiuto l’opera della creazione piuttosto che la creazione provenga direttamente da Dio. Ad ogni emanazione discendente, l’emanazione si allontanava sempre più da Dio. L’emanazione finale prese la forma personale degli angeli. Sarebbe come se Dio avesse creato un dio minore, e poi uno avesse creato un dio minore, e questo continuò ad accadere fino a quando il risultato finale furono gli angeli. Ciò contraddice direttamente la rivelazione di Se stesso da parte di Dio nella Bibbia. Nella Bibbia, Dio insegna che Egli è separato da tutta la Sua creazione e tuttavia è direttamente accessibile a coloro che vengono a Lui tramite Gesù Cristo.

La Kabbalah è servita come idea fondamentale per rami occulti come la teosofia, l’alchimia e altre ricerche esoteriche: attraverso l’acquisizione di antiche conoscenze sacre, rituali adeguati e il contatto con gli esseri angelici, si possono ottenere abilità divine. E gli stessi nomi emergono come ispirazione per la moderna rinascita della Kabbalah. Nel suo libro, Isis Unveiled, Theosophist and Luciferian, il primo capitolo di Madame HP Blavatsky tratta della Kabbalah come tradizione non scritta o orale.

Il cabalista è uno studioso della “scienza segreta”, colui che interpreta il significato nascosto della Scrittura con l’aiuto della Cabala simbolica, e spiega quella reali con questi mezzi. I Tanaim furono innanzitutto i primi cabalisti tra gli ebrei, comparvero a Gerusalemme intorno al terzo secolo prima dell’era cristiana. I libri di Ezechiele, Daniele, Henoch un riferimento al libro pseudopigrafico di Enoch e l’Apocalisse di San Giovanni sono puramente cabalistici. Questa dottrina segreta è identica a quella dei Caldei e comprende allo stesso tempo gran parte della saggezza o “magia” persiana. ( Iside svelata , p. xl).

Notate quanto spesso accade che, quando si tratta di pratiche occulte, si faccia sempre affidamento sulla Bibbia del cristianesimo. Tuttavia, ciò che Blavatsky credeva era che la Bibbia fosse una fonte per ottenere poteri magici quando la sua saggezza “segreta” fu scoperta. Quindi per molti cabalisti, Gesù Cristo, invece di essere il profetizzato Salvatore dell’Umanità, era semplicemente un “Maestro” occulto che era in grado di usare la conoscenza segreta e la saggezza per darsi poteri soprannaturali.

Uno dei principali sostenitori del pensiero cabalistico moderno fu Eliphas Levi , un occultista, alchimista e satanista. Fu anche mentore del famoso satanista Aleister Crowley. Il Dizionario del Satanismo dice di Levi:

“LEVI, ELIPHAS Mago francese e autore di opere sull’occulto. Eliphas Levi, il cui vero nome era Alphonse Louis Constant, affermò di aver evocato il fantasma di Apollonio di Tiana a Londra nel 1854. Nato a Parigi intorno al 1810, si dice che si sia reincarnato come Aleister Crowley. Apollonio di Tirana, che Eliphas Levi affermò di aver evocato dai morti, fu una delle prime figure storiche che i pagani cercarono di definire come un anticristo. Nacque nel 16 d.C. ed era un mago e un abile occultista a cui furono attribuite molte imprese soprannaturali. Nel suo libro, La Fenice , il massone di 33° grado Manly P. Hall intitola il suo capitolo su Apollonio: “Apollonio, “L’Anticristo””

Come Blavatsky, anche Levi praticava la negromanzia e la divinazione per evocare gli spiriti e ricevere la sua saggezza. Levi credeva anche che la Bibbia dovesse essere usata come un libro magico e non nel modo in cui viene usata oggi ( “La Dottrina della Magia Trascendentale” 1886). E utilizzando la magia e l’antica saggezza, l’umanità può raggiungere la divinità. Quindi vediamo ancora una volta che, alla radice, i principali fondatori della Kabbalah moderna erano anti-Dio e anti-Gesù Cristo. Ed è decisamente pro-Satana. Questo è il prezzo che deve essere pagato per ricevere parte dell’antica conoscenza degli angeli caduti: una riverenza per Satana. Blavastky cita Levi nel suo libro, Anthroprogenesis, dicendo quanto segue. Dice che ‘il “Vecchio Drago” o “Satana”… è quell’Angelo che era abbastanza orgoglioso da credere di essere Dio..”

Così continuò l’inganno di Satana per diffondere la sua falsa religione. E da questo passaggio sopra è chiaro che Aleister Crowley, anche lui cabalista, credeva di essere effettivamente Eliphas Levi. Lo stesso tema ricorrente è che, alla fine, questi occultisti venerano tutti Lucifero come eroe e ispirazione dell’umanità. Distorcono le verità della Bibbia per continuare lo stesso inganno del “sarete come dei” dal Giardino dell’Eden. E la gente continua a cascarci. L’eredità duratura di Levi oggi è il suo disegno del Baphomet, l’idolo androgino con la testa di capra usato comunemente nell’occulto.

IL RITUALE SATANICO DI MADONNA DURANTE UN CONCERTO A DALLAS TRA LE PROTESTE DEL PUBBLICO. IL LEGAME CON LA KABBALAH News Academy Italia
BAPHOMET

Tra le altre cose, il Baphomet rappresenta la fusione degli opposti o l’unione del divino e dell’umano – ancora una volta, l’obiettivo principale dell’occulto. Quindi ha gli organi di entrambi i sessi. Anche questo riguarda il ritorno dell’era degli dei e il contatto con gli angeli ribelli caduti. Anche il centro Kabbalah a cui appartiene Madonna afferma proprio in prima pagina che la base di conoscenza della loro fede risale a “4.000 anni fa”, un altro riferimento all’”età degli dei” precedente al diluvio. Ciò che non viene menzionato è che nessuna di queste conoscenze può salvare la tua anima. Che si tratti di Eliphas Levi, Blavatsky o Aleister Crowley, nessuna di queste persone ha raggiunto la “divinità” desiderata. Non hanno mai compiuto imprese miracolose né mostrato i loro poteri, né si sono evoluti in “superuomini”. Sono morti proprio come tutti gli altri.

Madonna e gli Illuminati

Aveva creato polemiche ed indignazione il brano “Illuminati“. Il brano, che insieme ad altri tredici episodi andò a comporre il disco di inediti della pop-star statunitense, “Rebel Heart“, che aveva fatto pensare (o aveva confermato) che Madonna fosse un componente dell’ordine degli Illuminati.

Madonna dichiarò con forza che lei non ha nulla a che vedere con l’Ordine ma che sa benissimo chi sono i veri Illuminati. Eppure l’utilizzo continuo di un certo tipo di simboli lascia intendere esattamente l’opposto. Ma di questo parlerò in un prossimo articolo.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Davide Donateo

Fondatore, Editore e Direttore Editoriale di News Academy, con una notevole esperienza, già fondatore di Database Italia e della casa editrice inglese Database International. Autore esperto nel campo della geopolitica e dell'OSINT (Open Source Intelligence), impegnato nella produzione di analisi approfondite e informazioni di alta qualità. Notevole Il suo impegno nel diffondere consapevolezza e conoscenza su temi cruciali che modellano il mondo contemporaneo.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio