Storia e Cultura

Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley

In seguito all’annuncio del divorzio di Bill e Melinda Gates, sono emerse una serie di rivelazioni sul legame tra Bill Gates e Jeffrey Epstein.

Tuttavia, ci sono prove evidenti che il legame tra Gates ed Epstein esistesse decenni prima del 2011 ed è ancora censurato dai media mainstream.

Non per proteggere Bill Gates, ma per proteggere Microsoft.

All’inizio di maggio 2021, l’annuncio che Bill e Melinda Gates avrebbero divorziato dopo ventisette anni di matrimonio ha scioccato sia coloro che elogiano la coppia di potere “filantropica” sia coloro che li detestano.

Meno di una settimana dopo l’annuncio del divorzio, il 7 maggio 2021, Daily Beast ha riferito che Melinda Gates sarebbe stata “profondamente turbata” dalla relazione di Bill Gates con il trafficante di sesso minorile e agente dell’intelligence Jeffrey Epstein. Il rapporto suggerisce che Melinda sia stata una delle ragioni principali della decisione di suo marito di prendere le distanze da Epstein intorno al 2014 perché si sentiva a disagio con Epstein dopo che entrambi lo avevano incontrato nel 2013. Questo incontro precedentemente non riportato ha avuto luogo nella villa di Epstein nell’Upper East Side di New York.

Il Daily Beast ha anche rivelato che i dettagli del divorzio dei Gates erano già stati decisi diverse settimane prima dell’annuncio ufficiale. Poi , il 9 maggio, il Wall Street Journal ha pubblicato un rapporto in cui si suggeriva che i piani di divorzio risalivano a tempi ancora più antichi e che Melinda aveva consultato avvocati divorzisti nel 2019. Presumibilmente, questo consiglio è arrivato dopo che i dettagli sulla relazione di Bill Gates con Jeffrey Epstein hanno attirato l’attenzione diffusa nei media mainstream, incluso il New York Times .

Mentre i media mainstream sembrano concordare sul fatto che Jeffrey Epstein sia stato un probabile fattore nella rottura dei Gates, gli stessi media si rifiutano di riportare la reale portata della relazione tra Bill Gates e Jeffrey Epstein. In effetti, il mainstream sostiene che la relazione di Gates con Epstein sia iniziata nel 2011, anche se ci sono prove che la loro relazione sia iniziata decenni prima.

Questo rifiuto generalizzato di riferire onestamente sulla relazione tra Gates ed Epstein è probabilmente dovuto al ruolo preminente di Gates negli eventi attuali, sia in termini di politica sanitaria globale relativa a COVID-19 che al suo ruolo di principale sponsor e finanziatore di controverse “soluzioni” tecnocratiche a una serie di problemi sociali. È più probabile, tuttavia, che la natura della relazione tra Gates ed Epstein prima del 2011 sia ancora più scandalosa di quanto emerso successivamente, e che abbia importanti implicazioni non solo per Gates, ma anche per Microsoft come azienda e per alcuni dei suoi ex gli alti dirigenti avrebbero potuto.

Questo particolare insabbiamento fa parte di un’apparente tendenza da parte dei media mainstream a ignorare la chiara influenza che sia Epstein che i membri della famiglia Maxwell hanno esercitato – e probabilmente continuano a esercitare – nella Silicon Valley. In effetti, le persone che hanno fondato giganti della tecnologia come Google, LinkedIn, Facebook, Microsoft, Tesla e Amazon hanno tutti legami con Jeffrey Epstein, alcuni più strettamente di altri.

Questa indagine è un adattamento del mio prossimo libro, One Nation Under Blackmail , che sarà pubblicato all’inizio del prossimo anno e includerà un esame più ampio dei legami di Epstein con la Silicon Valley, le istituzioni accademiche e le agenzie di intelligence.

Il mistero dell’Evening Standard

Nel 2001 è stato pubblicato forse l’articolo più importante mai scritto su Jeffrey Epstein. L’articolo, che riguardava principalmente la relazione di Ghislaine Maxwell ed Epstein con il principe Andrea, è apparso sul London Evening Standard il 22 gennaio 2001 . L’articolo, scritto da Nigel Rosser, non è mai stato ritirato ed è stato pubblicato molto prima del primo arresto di Epstein e dell’inizio della sua importanza pubblica. Tuttavia, ora è stato rimosso dal sito web dell’Evening Standard e può essere trovato solo nei database dei giornali professionali. Nell’ottobre 2019 ho pubblicato una versione PDF di questo articolo e molti altri articoli cancellati su Epstein. (Vedi MintPress )

I messaggi centrali dell’articolo chiariscono il motivo per cui è stato rimosso da Internet, apparentemente dopo il primo arresto di Epstein in Florida. Rosser presenta Epstein come “uno sviluppatore e finanziatore immobiliare di New York immensamente potente”, un cenno al passato di Epstein nel mercato immobiliare di New York. Più avanti nell’articolo, osserva che Epstein “una volta affermava di aver lavorato per la CIA, anche se ora lo nega”, uno dei tanti probabili motivi per cui l’articolo è stato rimosso da Internet molto prima del secondo arresto di Epstein nel 2019.

Gran parte dell’articolo fa riferimento alla vicinanza di Epstein e Maxwell al principe Andrea e suggerisce che entrambi esercitassero una notevole influenza sul principe, in gran parte dovuta al ruolo di Maxwell come suo “risollevatore sociale”. Si dice che Maxwell abbia “manipolato” il principe e che “l’intera faccenda di Andrew sia stata probabilmente fatta per Epstein”.

Tuttavia, una riga si distingue come il primo importante indizio per demistificare le vere origini della relazione Gates-Epstein. Poco dopo aver presentato Epstein nell’articolo, Rosser osserva che Epstein “ha guadagnato molti milioni dai suoi rapporti d’affari con Bill Gates, Donald Trump e il miliardario dell’Ohio Leslie Wexner, di cui gestisce la fondazione”.

Sia i rapporti di Wexner che quelli di Trump con Epstein prima del 2001 sono ben noti e risalgono rispettivamente al 1985 e al 1987. Tuttavia, i media mainstream continuano a riferire che Gates ed Epstein si sono incontrati per la prima volta nel 2011 e si rifiutano di seguire le piste tracciate da Nigel Rosser. Sono personalmente consapevole di questa omissione di informazioni in una certa misura, poiché nel 2019 un giornalista della BBC mi ha chiesto i dettagli di questo articolo dell’Evening Standard del 2001 , che gli ho fornito. Ad oggi la BBC non ha mai riportato il contenuto di questo articolo. È interessante notare che da anni la BBC riceve milioni dalla Fondazione Bill & Melinda Gates. (Vedi BBC e Candide )

Non solo l’articolo di Rosser non è mai stato ritirato, ma né Gates, Trump, né Wexner hanno contestato le affermazioni fatte nell’articolo all’epoca, ben prima che Epstein diventasse famigerato. Il fatto che Gates sia nominato insieme a due noti stretti collaboratori di Epstein – Donald Trump e Leslie Wexner – suggerisce anche che i legami di Gates con Epstein prima del 2001 fossero abbastanza significativi da giustificare la sua menzione insieme a questi altri due uomini.

Oltre all’articolo dell’Evening Standard , ci sono prove di Maria Farmer, una vittima di Epstein che ha lavorato per Epstein e Maxwell dal 1995 al 1996. Ha ricordato che Epstein ha menzionato Bill Gates in un modo che suggeriva una stretta amicizia e le dava l’impressione che il cofondatore di Microsoft avrebbe presto visitato una delle residenze di Epstein. (Vedi L’ultimo vagabondo americano )

Microsoft, McKinley e Isabel Maxwell

Oltre a queste due prove chiave, c’è anche il fatto che anche prima dell’articolo dell’Evening Standard, Gates aveva un legame documentato con una società gestita dalle sorelle di Ghislaine Maxwell, nella quale Ghislaine aveva un interesse finanziario, il che è un indizio per la natura di quelli menzionati da Nigel Rosser “collegamenti d’affari” potrebbe esistere. Inoltre, un articolo del Guardian del 2000 documentava la strana relazione di Gates con Isabel Maxwell, collegata allo scandalo dello spionaggio del software PROMIS e all’intelligence israeliana.

Le sorelle gemelle Christine e Isabel Maxwell fondarono il gruppo McKinley insieme ai loro allora mariti nel gennaio 1992. Christine e Isabel avevano entrambe lavorato in precedenza per la falsa società Information on Demand, che il padre Robert Maxwell utilizzava per vendere il falso software PROMIS al governo degli Stati Uniti. (Vedi Hangout illimitato ) Dopo la morte di Robert Maxwell, Christine e Isabel volevano “ricominciare da capo” e vedevano nel McKinley “l’opportunità di riconquistare un pezzo dell’eredità del padre”. (Vedi Cablato )

Il Gruppo McKinley non era solo un’impresa di Isabel, Christine e dei loro mariti, poiché anche Ghislaine Maxwell aveva “un interesse significativo” nella società, secondo un articolo del Sunday Times pubblicato nel novembre 2000. Quell’articolo osservava anche che nel corso degli anni ’90 Ghislaine aveva “costruito con discrezione un impero economico opaco quanto quello di suo padre” e che “è riservata fino al punto della paranoia e i suoi affari commerciali sono profondamente misteriosi”. Durante questo periodo, si è descritta come una “operatrice internet”, anche se “il suo ufficio di Manhattan si rifiuta persino di confermare il nome o la natura della sua attività”.

Un altro articolo su The Scotsman del 2001 rileva separatamente che Ghislaine è “estremamente riservata riguardo ai suoi affari e si descrive come un’operatrice Internet”. Non è chiaro quanto Ghislaine fosse effettivamente coinvolta negli affari del Gruppo McKinley. Durante questo periodo, tuttavia, gestì un racket di ricatti sessuali per raccogliere informazioni con Jeffrey Epstein, e vi fu una notevole sovrapposizione nelle loro finanze, come notato nei resoconti della stampa dell’epoca e successivi.

McKinley ha fondato la cosiddetta Magellan Internet Directory, che viene ricordata come “il primo sito web a pubblicare recensioni e valutazioni dettagliate di siti web”. L’approccio del “contenuto a valore aggiunto” di Magellan ha attirato diverse grandi aziende, dando vita ad “alleanze significative” con AT&T, Time-Warner, IBM, Netcom e Microsoft Network (MSN), tutte negoziate da Isabel Maxwell. L’alleanza più importante tra Microsoft e McKinley risale alla fine del 1995, quando Microsoft annunciò che Magellan avrebbe potenziato l’opzione di ricerca per il servizio MSN dell’azienda. (Vedi CNET )

La fortuna di McKinley declinò quando il suo tentativo di diventare il primo motore di ricerca ad essere quotato in borsa fallì e scoppiò una disputa tra Christine Maxwell e l’allora marito di Isabel (vedi The Jerusalem Post ) che portò anche la società a chiudere sostanzialmente l’attività e rimase indietro rispetto ad altri leader di mercato. (Vedi The New York Times ) Di conseguenza, McKinley ha mancato la finestra per una seconda IPO ed è rimasta ulteriormente indietro nell’espansione del proprio modello di business per includere le entrate pubblicitarie. Excite, che fu successivamente acquisita da AskJeeves, alla fine acquistò il gruppo McKinley e Magellan nel 1996 per 1,2 milioni di azioni di Excite, allora valutate 18 milioni di dollari. (Vedi SFGATE ) Apparentemente è stata Isabel Maxwell a rendere possibile l’accordo, e l’allora CEO di Excite, George Bell, ha affermato che lei sola ha salvato l’acquisto di McKinley.

Nonostante la fine poco brillante di McKinley, i gemelli Maxwell e altri azionisti dell’azienda, tra cui Ghislaine Maxwell, non solo hanno ricevuto un compenso multimilionario dall’accordo, ma hanno anche stretto stretti legami con i pezzi grossi della Silicon Valley. Non è chiaro se il denaro che Ghislaine Maxwell ha ricevuto dalla vendita sia stato utilizzato per continuare l’estorsione sessuale che stava conducendo con Jeffrey Epstein in quel momento.

Dopo la vendita della McKinley/Magellan, i collegamenti aperti di Christine e Isabel Maxwell con i servizi segreti sia negli Stati Uniti che in Israele sono aumentati notevolmente. I legami di Isabel con Microsoft sono rimasti anche dopo la vendita del gruppo McKinley. È diventata presidente della società tecnologica israeliana CommTouch, i cui finanziamenti erano collegati a persone e gruppi implicati nell’affare di spionaggio nucleare di Jonathan Pollard. (Vedi Hangout illimitato ) CommTouch, un “oscuro sviluppatore di software” fondato nel 1991 da ex ufficiali militari israeliani, si concentrava sulla “vendita, manutenzione e assistenza di prodotti software client di posta elettronica autonomi per mainframe e personal computer”. La compagnia corteggiò specificamente Isabel perché era la figlia della “super spia” israeliana Robert Maxwell. Isabel aveva ragioni simili per unirsi all’azienda, dicendo ad Haaretz che dirigere l’azienda “le dà l’opportunità di continuare il coinvolgimento di suo padre in Israele”.

Di tutte le alleanze e partnership che Isabel Maxwell ha negoziato nei suoi primi anni in CommTouch, sono stati i suoi rapporti con i cofondatori di Microsoft Bill Gates e Paul Allen a mettere CommTouch “sulla mappa”. Tuttavia, i cofondatori di Microsoft hanno fatto molto di più che mettere CommTouch “sulla mappa”, poiché sono intervenuti essenzialmente per prevenire il collasso dell’IPO, un destino che è toccato non molto tempo prima alla precedente società di Isabel Maxwell, McKinley Group. In effetti, CommTouch continuò a ritardare la sua IPO fino al luglio 1999, quando fu annunciato un massiccio investimento da parte di società legate al co-fondatore di Microsoft Paul Allen. (Vedi Bloomberg )

Secondo un rapporto di Bloomberg, gli investimenti di Allen’s Vulcan e Go2Net hanno portato ad un aumento dell'”interesse per la vendita di azioni e per CommTouch, uno sviluppatore di software precedentemente sconosciuto”, e hanno anche fatto salire il prezzo delle azioni poco prima dell’IPO. Il denaro delle società affiliate ad Allen è stato utilizzato specificamente per “espandere le vendite e il marketing ed espandere la presenza sui mercati internazionali”. La decisione di Allen di investire in CommTouch sembra strana dal punto di vista finanziario, poiché la società non aveva mai realizzato profitti e aveva registrato perdite per oltre 4 milioni di dollari solo l’anno prima. Tuttavia, grazie al tempestivo investimento di Allen e al suo apparente coordinamento con i ripetuti ritardi dell’IPO della società, CommTouch è stato valutato a oltre 230 milioni di dollari nell’IPO, rispetto a una valutazione di 150 milioni di dollari poche settimane prima dell’investimento di Allen. (Vedi il New York Times )

Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley News Academy Italia
Paul Allen e Nicole Junkermann al Cinema Against AIDS di Cannes, Francia. Fonte: Media vocali

Non è del tutto chiaro il motivo per cui Paul Allen sia arrivato all’IPO di CommTouch e cosa si aspettasse dal suo investimento. Tuttavia, vale la pena notare che Allen in seguito divenne membro di una comunità online d’élite chiamata A Small World fondata nel 2004 (vedi Reuters ), i cui membri includevano anche Jeffrey Epstein e figure legate a Epstein come Lynn Forester de Rothschild e Naomi Campbell, contava anche Petrina Khashoggi, figlia di Adnan Khashoggi, ex cliente di Epstein. Il maggiore azionista di A Small World era Harvey Weinstein, il magnate dei media ormai caduto in disgrazia, socio in affari di Epstein e da allora condannato per stupro e abusi sessuali. Più o meno nello stesso periodo, Paul Allen è stato fotografato con la associata di Epstein Nicole Junkermann, lei stessa agente dei servizi segreti. (Vedi TheSwamp )

Meno di tre mesi dopo l’investimento di Allen in CommTouch nell’ottobre 1999, la società annunciò di aver stipulato un accordo significativo con Microsoft in base al quale “Microsoft utilizzerà il servizio CommTouch Custom MailTM per fornire soluzioni di posta elettronica basate sul Web a partner MSN selezionati”. e mercati internazionali.” (Vedi Yahoo! ) Inoltre, CommTouch fornirà ai propri clienti il ​​servizio MSN Messenger e Microsoft Passport espandendo al contempo la propria esperienza su Windows NT supportando le future tecnologie di messaggistica MSN,” si legge nell’accordo. “Non vediamo l’ora di espandere ulteriormente il nostro rapporto con Microsoft integrando ulteriori prodotti Microsoft all’avanguardia”, ha affermato Gideon Mantel di CommTouch annunciando pubblicamente l’accordo.

Nel dicembre 1999 , Microsoft annunciò di aver investito 20 milioni di dollari in CommTouch acquistando il 4,7% delle azioni della società. L’annuncio ha fatto salire il prezzo delle azioni di CommTouch da $ 11,63 a $ 49,13 in poche ore. Parte dell’accordo è stato completato da Richard Sorkin, un direttore di CommTouch recentemente nominato. Sorkin era appena diventato multimilionario vendendo Zip2, la prima azienda di Elon Musk, di cui era stato amministratore delegato.

Inoltre, Bill Gates, allora capo di Microsoft, sembra aver investito personalmente in CommTouch per volere di Isabel Maxwell. In un articolo pubblicato sul Guardian nell’ottobre del 2000 , Isabel Maxwell scherza dicendo che ad un certo punto durante questo periodo persuase Bill Gates a fare un investimento personale in CommTouch.

L’ articolo del Guardian dice stranamente di Isabel Maxwell e Bill Gates:

“Con un finto accento del sud, [Isabel] fa le fusa: ‘Deve spendere 375 milioni di dollari all’anno per mantenere il suo status di esenzione fiscale, perché non dovrei aiutarlo.’ Esplode dalle risate.”

Dato che individui ricchi come Gates non possono avere “status di esenzione fiscale” e che questo articolo è stato pubblicato poco dopo la fondazione della Bill & Melinda Gates Foundation, le dichiarazioni di Isabel suggeriscono che sia il Bill & Melinda Gates Foundation Trust la persona che gestisce il fondo di dotazione della fondazione, che ha effettuato questo significativo investimento in CommTouch.

Inoltre, vale la pena notare lo strano modo in cui Isabel descrive la sua interazione con Gates (“puramente”, parlando con un finto accento del sud) e descrive le sue interazioni con lui in un modo che non appare in nessuna delle sue numerose altre interviste. È possibile trovare una varietà di argomenti. Questo strano comportamento potrebbe essere correlato alle precedenti interazioni di Isabel con Gates e/o alla misteriosa relazione tra Gates ed Epstein durante questo periodo.

Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley News Academy Italia
Isabel Maxwell come presidente di CommTouch

Dopo il 2000, l’attività e il peso di CommTouch sono cresciuti rapidamente. Isabel Maxwell in seguito incolpò gli investimenti di Microsoft, guidati da Gates e Paul Allen, per le fortune dell’azienda e per il successo dei suoi sforzi per entrare nel mercato statunitense. Maxwell, citato nel libro Fastalliances del 2002 , spiega che Microsoft considerava CommTouch un’importante “rete di distribuzione”, aggiungendo: “L’investimento di Microsoft in noi ci ha messo sulla mappa. Ci ha dato credibilità immediata e ha convalidato la nostra tecnologia e il nostro servizio sul mercato.” A questo punto, i legami di Microsoft con CommTouch si erano approfonditi attraverso nuove partnership, incluso l’hosting di Microsoft Exchange da parte di CommTouch .

Sebbene Isabel Maxwell sia riuscita a garantire investimenti e alleanze redditizi per CommTouch e a garantire che i prodotti dell’azienda fossero integrati in componenti software e hardware chiave prodotti e venduti da Microsoft e altri giganti della tecnologia, non è stata in grado di migliorare la terribile situazione finanziaria dell’azienda. Nel 1998, CommTouch ha registrato una perdita di 4,4 milioni di dollari (vedi Bloomberg ) e perdite simili sono continuate fino agli anni 2000, con perdite nette per un totale di 24 milioni di dollari nel 2000 (appena un anno dopo i significativi investimenti di Microsoft, Paul Allen e Gates). (Vedi The Marker ) Le perdite continuarono anche dopo che Isabel lasciò ufficialmente la società e divenne presidente emerito nel 2001. Nel 2006, la società aveva un debito di oltre 170 milioni di dollari. Isabel Maxwell lasciò la sua posizione in CommTouch nel 2001, ma mantenne per anni una quantità significativa di azioni CommTouch, valutate all’epoca intorno ai 9,5 milioni di dollari. (Vedi The Scotsman ) Oggi Isabel Maxwell è, tra le altre cose, una “pioniera della tecnologia” per il World Economic Forum. (Vedi Forum economico mondiale )

Epstein, Edge e Nathan Myhrvold

Un altro indizio di una relazione tra Epstein e Gates prima del 2001 sono gli stretti legami di Epstein con Nathan Myhrvold, che entrò in Microsoft negli anni ’80 e divenne il primo chief technology officer dell’azienda nel 1996. A quel tempo, Myhrvold era uno dei consiglieri più stretti di Gates, se non il più vicino. È stato coautore del libro di Gates del 1996 The Road Ahead , in cui cercava di spiegare come le nuove tecnologie avrebbero influenzato la vita negli anni e nei decenni a venire.

Nel dicembre dello stesso anno divenne CTO di Microsoft, Myhrvold viaggiò sull’aereo di Epstein dal Kentucky al New Jersey e poi ancora nel gennaio 1997 dal New Jersey alla Florida. Altri passeggeri che accompagnarono Myhrvold su questi voli furono Alan Dershowitz e “GM”, presumibilmente Ghislaine Maxwell. È importante ricordare che Gates aveva una relazione documentata con la sorella di Ghislaine, Isabel, durante questo periodo.

Myhrvold ha anche viaggiato con Epstein in Russia negli anni ’90 insieme a Esther Dyson, una consulente di tecnologia digitale che è stata definita “la donna più influente in tutto il mondo dell’informatica”. (Vedi BBC ) Attualmente ha stretti legami con Google e con la società di test del DNA 23andme ed è membro del World Economic Forum e contribuisce alla sua agenda. (Vedi World Economic Forum ) Dyson dichiarò successivamente che l’incontro con Epstein era stato pianificato da Myhrvold. Sulla base delle informazioni pubblicate sugli account dei social media di Dyson, l’incontro sembra aver avuto luogo nel 1998. Una foto mostra Dyson ed Epstein con un timestamp che indica il 28 aprile 1998, in posa con Pavel Oleynikov, che sembra essere stato un dipendente del Centro nucleare federale russo. (Vedi The Nonproliferation Review ) Nella foto sono davanti alla casa del defunto scienziato nucleare e dissidente sovietico Andrei Sakharov, che si dice abbia collegamenti con i servizi segreti statunitensi. Sakharov e sua moglie, Jelena Bonner, erano sostenitori delle cause sioniste. (Vedi JTA e Notizie nazionali israeliane )

Le foto sono state scattate a Sarov, dove si trova il Centro nucleare federale russo. Lo stesso giorno è stata scattata un’altra foto che mostrava Epstein in un’aula piena di adolescenti, apparentemente anche lui a Sarov, in base al timestamp.

Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley News Academy Italia
Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley News Academy Italia
Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley News Academy Italia
Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley News Academy Italia

Un’altra immagine di Dyson, senza data e ora visibile ma con una didascalia che dice che la foto è stata scattata “alla Microsoft Russia a Mosca” nell’aprile 1998, mostra Nathan Myhrvold. La didascalia di Dyson continuava: “Questo fu l’inizio di un viaggio di tre settimane durante il quale Nathan e un certo numero di compagni (inclusa una guardia del corpo) esplorarono lo stato della scienza post-sovietica.” Epstein sembra essere uno dei “seguaci”, se consideri le foto, vengono visualizzati i dati e lo scopo descritto del viaggio.

Apparentemente Myhrvold ed Epstein avevano in comune qualcosa di più del semplice interesse per i progressi scientifici russi. Quando Myhrvold lasciò Microsoft per co-fondare Intellectual Ventures, Vanity Fair riferì di aver incontrato Epstein nell’ufficio della società con “giovani ragazze” al seguito che sembravano essere “modelle russe”. Una fonte vicina a Myhrvold, citata da Vanity Fair , ha affermato che Myhrvold aveva parlato apertamente di prendere in prestito il jet di Epstein e di soggiornare nelle sue case in Florida e New York. Vanity Fair ha anche sottolineato che Myhrvold è stato accusato di aver fatto sesso con minori procurati da Epstein niente meno che dal professore di diritto di Harvard Alan Dershowitz, accusato dello stesso crimine e che aveva precedentemente volato con Myhrvold sull’aereo privato di Epstein.

Inoltre, un ex collega di Myhrvold presso Microsoft ha successivamente sviluppato i propri legami con Epstein. Linda Stone, che è entrata in Microsoft nel 1993 e ha lavorato direttamente sotto Myhrvold, alla fine è diventata vicepresidente di Microsoft. Ha presentato Epstein a Joi Ito del MIT Media Lab dopo il suo primo arresto. “Ha un passato travagliato, ma Linda mi assicura che è fantastico”, ha detto in seguito Ito in un’e-mail a tre dipendenti del MIT. (Vedi rapporto del MIT ) Ci sono più numeri di telefono di Stone nel famoso libretto nero di Epstein, e il suo contatto di emergenza è elencato come Kelly Bovino, ex modella e presunta co-cospiratrice con Epstein. Dopo l’arresto di Epstein nel 2019, è stato rivelato che Epstein aveva “istruito” Bill Gates a donare 2 milioni di dollari al laboratorio del MIT nel 2014. (Vedi Business Insider ) Si dice anche che Epstein abbia ottenuto una donazione di 5 milioni di dollari da Leon Black per il laboratorio. Ito è stato costretto a dimettersi dal suo incarico di direttore del laboratorio poco dopo l’arresto di Epstein nel 2019.

Nathan Myhrvold, Linda Stone, Joi Ito, Esther Dyson e Bill Gates, tra le altre icone della Silicon Valley, facevano parte della comunità della Edge Foundation . Descritto come un’organizzazione esclusiva di intellettuali che “ridefiniscono chi e cosa siamo”, Edge è stata fondata da John Brockman, un autoproclamato “impresario culturale” e noto agente letterario. Brockman è meglio conosciuto per i suoi stretti legami con il mondo dell’arte alla fine degli anni ’60, ma meno conosciuti sono i suoi vari incarichi come “consulente di gestione” al Pentagono e alla Casa Bianca nello stesso periodo. (Vedi Dazed ) Edge, che il Guardian una volta definì “il sito web più intelligente del mondo”, è un esclusivo simposio online associato a quella che Brockman chiama “la terza cultura”. Sembra che Epstein abbia lavorato con Brockman già nel 1995, quando aiutò a finanziare e salvare un progetto di libro in difficoltà diretto da Brockman.

Tuttavia, Edge è molto più di un semplice sito Web. Per decenni, la fondazione è stata determinante anche nel riunire dirigenti del settore tecnologico, scienziati che erano spesso clienti di Brockman e finanzieri di Wall Street alla Cena dei Milionari, tenutasi per la prima volta nel 1985. Nel 1999, questo evento fu ribattezzato Cena dei miliardari e Epstein fu strettamente coinvolto in questi affari e nella stessa Edge Foundation. Epstein è stato fotografato mentre partecipava a molte di queste cene, così come Sarah Kellen, la principale “assistente” di Ghislaine Maxwell e co-cospiratrice nel traffico sessuale e nello schema di estorsione gestito da Epstein e Maxwell.

Dal 2001 al 2017, Epstein ha finanziato 638.000 dollari su un totale di 857.000 dollari raccolti da Edge. (Vedi Insidehook ) Durante questo periodo, ci furono diversi anni in cui Epstein fu l’unico donatore di Edge. Epstein ha smesso di donare nel 2015, che per inciso è stato lo stesso anno in cui Edge ha deciso di interrompere la sua tradizione annuale di cene miliardarie. Inoltre, l’unico premio che Edge abbia mai assegnato, l’Edge of Computation Prize da 100.000 dollari, è stato assegnato al pioniere dell’informatica quantistica David Deutsch nel 2005 ed è stato interamente finanziato da Epstein. Un anno prima di iniziare a donare ingenti somme a Edge, Epstein aveva fondato la Jeffrey Epstein VI Foundation per “finanziare e sostenere la ricerca all’avanguardia in tutto il mondo”.

Dopo lo scandalo Epstein, i partecipanti abituali alla cena dei miliardari, a volte definita la cena annuale di Edge, hanno descritto l’evento come una “campagna di influenza”. Se si segue il denaro, sembra che si tratti di un’operazione di influenza che ha avvantaggiato principalmente un uomo, Jeffrey Epstein, e la sua rete. Le prove suggeriscono che Myhrvold e Gates facevano parte di questa rete anche prima che il coinvolgimento di Epstein con Edge aumentasse in modo significativo.

Una storia di due fatture

Vale la pena esaminare le connessioni tra gli sforzi “filantropici” di Bill Gates e Bill Clinton nei primi anni 2000, soprattutto considerando i legami di Epstein e Ghislaine Maxwell con la Fondazione Clinton e la Clinton Global Initiative durante questo periodo. Secondo l’ex funzionario dell’intelligence israeliana Ari Ben-Menashe, Bill Clinton era al centro del ricatto sessuale di Epstein negli anni ’90, un’affermazione supportata dalle dichiarazioni delle vittime di Epstein e dai rapporti intimi di Epstein con persone vicine all’ex presidente. (Vedi MintPress e Hangout illimitato )

Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley News Academy Italia
Bill Gates alla conferenza della Casa Bianca sulla New Economy nel 2000 – Fonte: LA Times

Nonostante le tensioni derivanti dal perseguimento del monopolio di Microsoft da parte dell’amministrazione Clinton alla fine degli anni ’90, il rapporto tra Gates e Clinton si era sciolto nell’aprile 2000, quando Gates partecipò alla ” Conferenza sulla nuova economia ” alla Casa Bianca. Oltre a Gates, tra i partecipanti c’erano anche la stretta collaboratrice di Epstein Lynn Forester (ora Lady de Rothschild) e l’allora ministro delle finanze Larry Summers, anch’egli oggetto di critiche per i suoi legami con Epstein. Un altro partecipante era il capo dello staff della Casa Bianca Thomas “Mack” McLarty, il cui assistente speciale Mark Middleton ha incontrato Epstein almeno tre volte alla Casa Bianca di Clinton. Middleton è stato licenziato dopo che sono emerse notizie di stampa che dettagliavano i suoi legami con donazioni illegali e legate a governi stranieri alla campagna di rielezione di Clinton nel 1996. Un altro partecipante alla conferenza è stata Janet Yellen, attuale segretaria al Tesoro di Biden.

Gates è intervenuto a una conferenza intitolata “Colmare il divario globale: salute, istruzione e tecnologia”. Ha discusso di come la mappatura del genoma umano porterebbe a una nuova era di scoperte tecnologiche e ha parlato della necessità di fornire l’accesso a Internet a tutti per colmare il divario digitale e creare la “nuova” economia basata su Internet. All’epoca, Gates, insieme al miliardario americano delle telecomunicazioni Craig McCaw, stava sostenendo un’azienda che voleva creare un monopolio globale sui servizi Internet utilizzando una rete di satelliti a bassa orbita. Questa società, Teledesic, ha chiuso tra il 2002 e il 2003 ed è considerata l’ispirazione per Starlink di Elon Musk. (Vedi il New York Times )

Bill Clinton e Bill Gates sono entrati nel mondo della filantropia più o meno nello stesso periodo: la Bill & Melinda Gates Foundation è stata fondata nel 2000, la Clinton Foundation nel 2001. Wired ha descritto le due fondazioni come “precursori di una nuova era di filantropia in cui “Le decisioni – spesso definiti investimenti – vengono effettuati con la precisione strategica richiesta da aziende e governi, e poi attentamente monitorati per misurarne il successo”.

Altri media, come ad es Tuttavia, alcune pubblicazioni, come l’ Huffington Post , hanno contestato che queste fondazioni si impegnino nella “filantropia”, sostenendo che questa designazione porta a una “rapida decostruzione del termine accettato”. L’ Huffington Post ha inoltre osservato che la Clinton Global Initiative (parte della Fondazione Clinton), la Fondazione Gates e diverse organizzazioni simili “puntano tutte nella direzione di confondere i confini tra filantropia, affari e organizzazioni no-profit”. Lo studio rileva che questo modello di “filantropia” è stato promosso dal World Economic Forum e dal Milken Institute. Vale anche la pena notare che molti dei veicoli “filantropici” di Epstein furono fondati proprio mentre iniziava questa nuova era di filantropia.

Il Milken Institute è stato fondato da Michael Milken, il famigerato “re dei titoli spazzatura” di Wall Street che fu incriminato per 98 capi d’accusa di racket e frode finanziaria nel 1989. (Vedi Los Angeles Times ) Ha scontato solo una breve pena e alla fine è stato graziato da Donald Trump. (Vedi CNN ) Milken ha commesso i suoi crimini insieme a Leon Black e Ron Perelman al Drexel Burnham Lambert prima del suo scandaloso crollo. (Vedi CNBC ) Black è stato strettamente associato a Epstein e ha persino lasciato che Epstein gestisse la sua personale fondazione “filantropica” per diversi anni, anche dopo il primo arresto di Epstein. (Vedi New York Post ) Perelman è stato uno dei principali donatori di Clinton, alla raccolta fondi per l’allora presidente nel 1995 partecipò Epstein, e le cui società offrirono lavoro a Webster Hubbell e Monica Lewinsky dopo i rispettivi scandali nell’amministrazione Clinton. Come Gates, Milken ha trasformato la sua reputazione di imprenditore spietato in quella di “eminente filantropo”. Gran parte della sua “filantropia” va a beneficio dell’esercito israeliano e degli insediamenti israeliani illegali nella Palestina occupata. (Vedi Occhio del Medio Oriente )

Anni dopo aver lanciato le loro fondazioni, Gates e Clinton hanno parlato di come si fossero “legati a lungo nella loro missione condivisa” per normalizzare questo nuovo modello di filantropia. Gates ha parlato con Wired nel 2013 delle “loro incursioni nelle regioni in via di sviluppo” e “ha citato le strette collaborazioni tra le loro organizzazioni”. In quell’intervista, Gates ha rivelato di aver incontrato Clinton prima di diventare presidente: “Lo conoscevo prima che fosse presidente, lo conoscevo quando era presidente, e lo conosco ora che non è più presidente”.

Sempre in quell’intervista, Clinton dichiarò di volersi concentrare su due cose specifiche dopo aver lasciato la Casa Bianca. La prima è la Clinton Health Access Initiative (CHAI), che, ha detto, esiste “in gran parte grazie ai finanziamenti della Fondazione Gates”, e la seconda è la Clinton Global Initiative (CGI), “dove sto cercando di creare un rete globale di persone che fanno le proprie cose”.

La Clinton Health Access Initiative ha ricevuto la sua prima donazione dalla Fondazione Gates di 11 milioni di dollari nel 2009. (Vedi Fondazione Gates ) Negli ultimi dodici anni, la Fondazione Gates ha donato più di 497 milioni di dollari al CHAI. La CHAI è stata fondata nel 2002 con l’obiettivo di combattere l’HIV/AIDS in tutto il mondo attraverso “forti relazioni governative” ed eliminare le “inefficienze del mercato”. Tuttavia, le donazioni significative della Fondazione Gates sono iniziate non molto tempo dopo l’espansione del CHAI nella diagnostica e nel trattamento della malaria. (Vedi CHAI ) Nel 2011, Tachi Yamada, ex presidente del Programma sanitario globale della Fondazione Gates, è entrato a far parte del consiglio di amministrazione del CHAI insieme a Chelsea Clinton.

Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley News Academy Italia
Bill Gates e Bill Clinton all’annuale Clinton Global Initiative nel 2010

Per quanto riguarda la CGI, gli avvocati difensori di Epstein hanno sostenuto in tribunale nel 2007 che Epstein era “parte del gruppo originale che ha concepito la Clinton Global Initiative”, lanciata per la prima volta nel 2005. Gli avvocati di Epstein hanno descritto il CGI come un progetto che “riunisce una comunità di leader globali per sviluppare e implementare soluzioni innovative ad alcune delle sfide più urgenti del mondo”. La Fondazione Gates ha donato alla CGI un totale di 2,5 milioni di dollari tra il 2012 e il 2013, oltre alle sue massicce donazioni al CHAI e altri 35 milioni di dollari alla stessa Fondazione Clinton. Oltre alle donazioni della Fondazione Gates, la Microsoft di Gates è stata strettamente coinvolta in altri ” progetti filantropici” sostenuti da Clinton.

Oltre a questi collegamenti, Hillary Clinton ha stabilito una partnership tra la Fondazione Clinton e la Fondazione Gates nel 2014 come parte dell’iniziativa No Roofs dei Clinton. Questa partnership mirava a “raccogliere e analizzare dati sullo stato di emancipazione di donne e ragazze in tutto il mondo” e ha coinvolto le due fondazioni che lavoravano “con partner tecnologici leader per raccogliere e compilare questi dati”. Epstein si è incontrato a cena e ha discusso della Fondazione Gates e della filantropia, secondo il New York Times . Durante la corsa infruttuosa di Hillary Clinton alla presidenza nel 2016, sia Bill che Melinda Gates erano nella sua lista come possibili candidati alla vicepresidenza. (Vedi GeekWire )

Inoltre, Epstein ha tentato di investire direttamente nella Fondazione Gates, come dimostrano i suoi sforzi per persuadere la Fondazione Gates a collaborare con JP Morgan su un “fondo di beneficenza sanitario globale” multimiliardario, che Epstein ha concordato fosse fortemente coinvolto con JP. Morgan a quel tempo avrebbe comportato compensi elevati. (Vedi Daily Beast ) Sebbene quel fondo non si sia mai materializzato, Epstein e Gates hanno discusso della partecipazione di Epstein agli sforzi filantropici di Gates. Alcuni di questi contatti non sono stati riportati dalla stampa mainstream fino a dopo l’annuncio del divorzio di Bill e Melinda Gates. Tuttavia, come accennato in precedenza, era noto che Epstein aveva “ordinato” Gates a donare ad almeno un’organizzazione – 2 milioni di dollari nel 2014 al MIT Media Lab.

Recenti rivelazioni sugli incontri tra Gates ed Epstein avvenuti tra il 2013 e il 2014 hanno ulteriormente sottolineato l’importanza che Epstein apparentemente aveva nel mondo della “filantropia” miliardaria, con Gates che avrebbe affermato che Epstein era il suo “biglietto” per il Premio Nobel. È. (Vedi Daily Beast ) Tuttavia, i media norvegesi hanno riferito nell’ottobre 2020 che Gates ed Epstein avevano incontrato il presidente del Comitato per il Nobel, cosa che all’epoca non suscitò molta attenzione nei media internazionali. ( DN Magasinet ) Sorge la domanda se Epstein sia riuscito a organizzare tali incontri con altre persone che ambivano anch’esse al premio Nobel, e se queste persone abbiano poi ricevuto il premio. Se Epstein avesse tali collegamenti, è improbabile che li abbia utilizzati solo una volta nel caso di Bill Gates, poiché la sua rete era molto estesa, soprattutto nel mondo della tecnologia e della scienza.

Il 2013 è anche l’anno in cui Bill e Melinda Gates hanno incontrato Epstein nella sua residenza di New York, dopo di che Melinda avrebbe iniziato a chiedere al suo futuro ex marito di prendere le distanze da Epstein. (Vedi Daily Beast ) Il motivo addotto dopo l’annuncio del divorzio dei Gates era che Melinda era scoraggiata dal passato di Epstein e dalla sua persona. Ma potrebbe essere legato anche ad altre preoccupazioni sulla reputazione di Melinda e su quella della fondazione che porta il suo nome.

In effetti, il 2013 è stato anche l’anno in cui la polizia di Seattle ha iniziato a indagare sull’ingegnere di sistema di Gates Mansion Rick Allen Jones per la sua raccolta di pornografia infantile e stupri infantili, che conteneva oltre seimila immagini e video. Nonostante la gravità del suo crimine, quando Jones fu arrestato nella villa dei Gates un anno dopo, non fu mandato in prigione dopo il suo arresto, ma gli fu semplicemente ordinato di stare lontano dai bambini”, secondo quanto riportato dai media locali. (Vedi Kiro7 ) Dal punto di vista di Melinda, questo scandalo, insieme alla crescente associazione di Bill Gates con il pedofilo condannato Jeffrey Epstein, potrebbe aver rappresentato una minaccia per la reputazione della Fondazione Bill & Melinda Gates molto prima dell’arresto di Epstein nel 2019.

Il 2013 è stato anche l’anno in cui i Maxwell sono stati coinvolti nella Fondazione Clinton. Quest’anno, il progetto TerraMar di Ghislaine Maxwell, che ha ufficialmente sostenuto gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite relativi agli oceani del mondo, ha donato 1,25 milioni di dollari alla Clinton Global Initiative per formare un’Alleanza per gli oceani sostenibili. TerraMar è stato chiuso poco dopo l’arresto di Epstein nel 2019.

Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley News Academy Italia
Isabel Maxwell e Al Seckel al meeting annuale del World Economic Forum 2011

Il progetto TerraMar di Ghislaine è stato per molti versi il successore della fallita Blue World Alliance di Isabel Maxwell, anch’essa presumibilmente interessata agli oceani del mondo. La Blue World Alliance è stata fondata da Isabel e dal suo defunto marito Al Seckel, che avevano ospitato una “conferenza scientifica” sull’isola di Epstein. La Blue World Alliance operava anche sotto il nome di Globalsolver Foundation e Xavier Malina, figlio di Christine Maxwell, era indicato come collegamento di Globalsolver con la Clinton Foundation. (Vedi Twitter ) In precedenza è stato stagista presso la Clinton Global Initiative.

Malina in seguito ha lavorato nell’amministrazione Obama presso l’ufficio del personale della Casa Bianca. Ora lavora per Google. Vale anche la pena notare che il figlio di Isabel Maxwell, Alexander Djerassi, era nello stesso periodo capo dello staff dell’Ufficio per gli affari del Vicino Oriente del Dipartimento di Stato guidato da Hillary Clinton.

Scienza di Gates e scienza di Epstein

Sebbene la Fondazione Gates e la Fondazione Clinton fossero intrecciate, e quest’ultima avesse legami con Epstein e Maxwell, Epstein sembra aver avuto un’influenza significativa anche su due dei più importanti consulenti scientifici di Bill Gates negli ultimi quindici anni: Melanie Walker e Boris Nikolic. .

Melanie Walker, ora una celebre neurochirurgo, incontrò Jeffrey Epstein nel 1992, poco dopo la laurea, quando le offrì un lavoro come modella presso Victoria’s Secret. Tali offerte venivano spesso fatte da Epstein e dai suoi complici quando reclutavano donne per la sua azienda, e non è chiaro se Walker abbia mai effettivamente lavorato come modello per l’azienda, di proprietà di Leslie Wexner. Durante le visite a New York, ha soggiornato in un condominio di New York collegato alle operazioni di traffico di esseri umani di Epstein, ma non è chiaro per quanto tempo abbia vissuto lì o in altre proprietà di proprietà di Epstein. Dopo essersi laureata in medicina nel 1998, è diventata consulente scientifico di Epstein per almeno un anno. Nel 1999, era diventata così vicina al principe Andrea che partecipò a una festa di compleanno al Castello di Windsor organizzata dalla regina insieme a Epstein e Ghislaine Maxwell. (Vedi The Sun ) Durante questo periodo, Melanie appare nei registri di volo di Epstein con il suo nome di nascita Melanie Starnes, anche se nei registri di volo sembra “Starves”. (Vedi il Libro nero di Epstein )

La stretta relazione tra il principe Andrea e Melanie Walker è stata messa sotto accusa dopo che l’ex governante di Epstein allo Zorro Ranch, Deidre Stratton, ha dichiarato in un’intervista che il principe Andrea ha incontrato un “bellissimo giovane neurochirurgo” durante il suo soggiorno nella tenuta di Epstein nel New Mexico. . (Vedi Daily Beast ) Dato che c’era solo una neurochirurgo donna che era vicina al principe Andrew e membro dell’entourage di Epstein, è molto probabile che la donna “dotata” di Andrew riguardasse Melanie Walker. Secondo Stratton, Andrew “usciva” con questa donna da tre giorni. L’accordo è stato stipulato da Epstein, che in quel momento non si trovava nella struttura. L’epoca esatta del soggiorno è incerta, ma probabilmente è avvenuta tra il 1999 e il 2001.

Stratton ha commentato il soggiorno come segue:

“All’epoca, Jeffrey aveva questa donna che si supponeva fosse un neurochirurgo, piuttosto giovane, bella e brillante, e viveva a casa sua… Ad un certo punto avevamo tutti questi diversi tipi di tè e potevi scegliere i tipi di tè che volevi e lei mi ha chiesto di trovarne uno che avrebbe reso Andrew ancora più arrapato.

Immagino che avesse capito che era suo compito intrattenerlo, perché immagino che la paura, non so, la paura fosse che Andrew dicesse: “No, non la trovavo così attraente”. . . Lo avrebbe detto a Jeffrey e poi lei sarebbe stata alle corde.

Immagino che un’altra teoria sia che Jeffrey probabilmente l’ha assunta e lei sapeva quale sarebbe stato, dovrebbe essere, il suo lavoro per rendere felici queste persone. . . . Il sesso era tutto ciò a cui pensavano. Voglio dire, so per certo che, idealmente, Jeffrey avrebbe ricevuto tre massaggi al giorno.

Qualche tempo dopo, Walker si trasferì a Seattle e iniziò a vivere con l’allora dirigente di Microsoft Steven Sinofsky, ora socio del consiglio di amministrazione della società di venture capital Andreesen Horowitz . Andreesen Horowitz sostiene principalmente Carbyne911, la start-up israeliana legata all’intelligence finanziata da Epstein e dal suo stretto collaboratore, l’ex primo ministro israeliano Ehud Barak, nonché un’altra società tecnologica israeliana chiamata Toka gestita da Barak. (Vedi PitchBook ) Toka ha recentemente firmato contratti con i governi di Moldavia, Nigeria e Ghana attraverso la Banca Mondiale, dove Melanie Walker è attualmente direttrice ed ex consigliera speciale del presidente. (Vedi WEF ) Non è chiaro quando, come e in quali circostanze Walker abbia incontrato Sinofsky.

Dopo essersi trasferito a Seattle per lavorare con Sinofsky e un breve periodo come “professionista del terzo mondo” in Cina presso l’Organizzazione Mondiale della Sanità, Walker è stato assunto dalla Fondazione Bill & Melinda Gates nel 2006 come funzionario senior del programma. Considerando che la caratteristica principale del curriculum di Walker all’epoca era che era consulente scientifico di un altro ricco “filantropo”, Jeffrey Epstein, la sua assunzione da parte della Fondazione Gates per questo importante lavoro sottolinea ulteriormente che Bill Gates, almeno, non solo sapeva chi era Epstein, ma sapeva anche abbastanza dei suoi interessi scientifici e dei suoi investimenti da voler assumere Walker. Walker in seguito divenne vicedirettore dello sviluppo globale e vicedirettore delle iniziative speciali della fondazione. Secondo la Fondazione Rockefeller , di cui è membro, Walker in seguito consigliò Gates sulla neurotecnologia e sulla ricerca sul cervello per la società segreta di Gates bgC3, che Gates originariamente registrò come think tank con il nome Carillon Holdings. (Vedi 15 acquisizioni e Business Insider ) Secondo i documenti federali, il focus di bgC3 erano “servizi scientifici e tecnologici”, “analisi e ricerca industriale” e “progettazione e sviluppo di hardware e software per computer”.

Durante la sua permanenza alla Fondazione Gates, Walker ha presentato a Epstein Boris Nikolic, il consulente scientifico di Gates. Oggi, Melanie Walker è co-presidente del Global Future Council on Neurotechnology and Brain Science del World Economic Forum, essendo stata precedentemente nominata Young Global Leader del WEF. È inoltre consulente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che è strettamente legata alla “filantropia” di Bill Gates.

Al WEF del 2016, Walker ha scritto un articolo intitolato “ L’assistenza sanitaria nel 2030: Goodbye Hospital, Hello Home-spital ”, in cui discute di come saranno i dispositivi indossabili, le interfacce cervello-macchina e i “medicinali” robotici iniettabili/deglutibili entro il 2030. norma. Anni prima del COVID-19 e dello sforzo ispirato dal Grande Reset per trasformare l’assistenza sanitaria in questo modo, Walker scrisse che, sebbene lo scenario distopico da lei dipinto “sembra folle… la maggior parte di queste tecnologie sono quasi pronte per il mercato o in procinto di essere implementate”. in fase di rilascio.” Sviluppo”. Naturalmente, molte di queste tecnologie hanno preso forma grazie al patrocinio dei loro ex capi, Jeffrey Epstein e Bill Gates.

Nel caso di Boris Nikolic, dopo essere stato presentato a Epstein da Walker, ha partecipato a un incontro con Gates ed Epstein nel 2011, insieme a James Staley, allora dirigente di JP Morgan, e Larry Summers, ex segretario al Tesoro e stretti collaboratori di Epstein , è stato fotografato. (Vedi Newsweek ) All’epoca Nikolic era il principale consulente scientifico e tecnologico di Bill Gates e consigliava sia la Fondazione Gates che bgC3. (Vedi MedCity News ) Secondo la narrativa popolare, questa fu la prima volta che Gates ed Epstein si incontrarono. Inoltre, questo potrebbe essere stato il momento in cui Epstein ha presentato la Fondazione Gates e il Global Health Charitable Fund congiunto di JP Morgan.

Articoli “dimenticati” rivelano la scioccante verità su Bill Gates, Jeffrey Epstein, Microsoft e la Silicon Valley News Academy Italia
L’incontro del 2011 nella villa di Jeffrey Epstein a Manhattan, alla presenza di James E. Staley, Larry Summers, Jeffery Epstein, Bill Gates e Boris Nikolic.

Nel 2014, Nikolic ha espresso un “sentimento entusiasta” riguardo alla presunta propensione di Epstein per la consulenza finanziaria prima di un’offerta pubblica iniziale di una società di editing genetico in cui Nikolic ha preso una partecipazione di 42 milioni di dollari. (Vedi New York Post ) In particolare, sia Nikolic che Epstein erano clienti dello stesso gruppo di banchieri presso JP Morgan, con Bloomberg che in seguito riferì che Epstein aiutava regolarmente questi banchieri ad attrarre nuovi ricchi clienti.

Nel 2016, Nikolic ha co-fondato Biomatics Capital , che investe in aziende del settore sanitario nella “convergenza di genomica e dati digitali” che “consentono lo sviluppo dei migliori modelli terapeutici, diagnostici e di somministrazione”. Nikolic ha fondato Biomatics con Julie Sunderland, ex direttrice del Fondo di investimento strategico della Fondazione Gates.

Almeno tre delle società sostenute da Biomatics – Qihan Biotech , eGenesis ed Editas – sono state co-fondate da George Church, un genetista di Harvard con stretti legami con Epstein, che è anche strettamente legato alla Edge Foundation. L’investimento di Biomatics in Qihan Biotech non è più elencato sul sito web di Biomatics. La Qihan Biotech della Church mira a produrre tessuti umani e organi nei maiali da trapiantare negli esseri umani, mentre eGenesis sta cercando di ingegnerizzare geneticamente organi di maiale da utilizzare negli esseri umani. Editas produce “farmaci” per l’editing genetico CRISPR ed è anche sostenuto dalla Gates Foundation e da Google Ventures.

La Chiesa è stata accusata di promuovere l’eugenetica e la sperimentazione umana non etica. (Vedi Daily Beast ) Il grande interesse di Epstein per l’eugenetica fu reso pubblico dopo la sua morte, e anche Bill Gates e suo padre William H. Gates II furono associati a movimenti e idee eugenetiche. (Vedi The Guardian e The Corbett Report )

Dopo la morte di Epstein nel 2019, è stato rivelato che Nikolic era stato nominato “erede successore” del patrimonio di Epstein, suggerendo stretti legami con Epstein nonostante le affermazioni contrarie di Nikolic. Dopo che i dettagli del testamento di Epstein furono resi pubblici, Nikolic non firmò un modulo indicante la sua disponibilità a fungere da esecutore testamentario e alla fine non ricoprì tale funzione. (Vedi il New York Post )

L’insabbiamento di Epstein continua

Nonostante il cambiamento relativamente brusco nei media mainstream riguardo a ciò che può essere discusso in relazione alla relazione tra Jeffrey Epstein e Bill Gates, molti di questi media rifiutano di riconoscere gran parte delle informazioni contenute in questo rapporto investigativo. Ciò è particolarmente vero per l’ articolo dell’Evening Standard e per la strana relazione di Bill Gates con la sorella di Ghislaine Maxwell, Isabel e CommTouch, la società che Isabel gestiva.

La probabile ragione del continuo insabbiamento della reale portata dei legami di Epstein con Gates ha molto più a che fare con la società di Gates, la Microsoft, che con lo stesso Bill Gates, mentre ora è consentito riferire su collegamenti che screditano la reputazione personale di Gates. le informazioni che potrebbero collegare la sua relazione con Epstein e i Maxwell con Microsoft furono soppresse.

Se, come riporta l’ Evening Standard , Epstein guadagnasse milioni dai suoi rapporti d’affari con Gates prima del 2001, e se i legami di Gates con Isabel Maxwell e la società di spionaggio israeliana CommTouch diventassero di dominio pubblico, ciò potrebbe facilmente portare a uno scandalo che coinvolge l’affare del software PROMIS. è paragonabile. Una tale rivelazione potrebbe essere molto dannosa per Microsoft e il suo partner, il World Economic Forum, poiché Microsoft è diventata uno dei principali attori nelle iniziative della Quarta Rivoluzione Industriale del WEF, che vanno dall’identità digitale e passaporti per i vaccini agli sforzi per responsabilizzare i lavoratori umani per sostituire l’intelligenza artificiale. .

Ci sono chiaramente attori potenti che hanno tutto l’interesse a mantenere la storia Epstein-Gates focalizzata sul 2011 e oltre – non necessariamente per proteggere Gates, ma piuttosto per proteggere l’azienda stessa e altri dirigenti senior di Microsoft, che sembrano essere stati compromessi da Epstein. e altri membri della stessa rete di intelligence.

Questo non è un incidente isolato, poiché sono stati compiuti sforzi simili per nascondere (o offuscare) i collegamenti di Epstein e dei Maxwell con altri importanti imperi della Silicon Valley, come quelli di Jeff Bezos ed Elon Musk. Un motivo importante è che l’operazione di estorsione della rete Epstein comprendeva non solo ricatti sessuali, ma anche forme elettroniche di ricatto, che furono utilizzate con grande successo da Robert Maxwell nell’ambito dell’operazione PROMIS per conto dell’intelligence israeliana. Forme elettroniche di ricatto attraverso sorveglianza illegale o software backdoor possono essere utilizzate per compromettere coloro che detengono il potere che hanno qualcosa da nascondere ma non sono disposti a impegnarsi nello sfruttamento di minori come quelli abusati da Epstein.

Il fatto che Isabel e Christine Maxwell abbiano potuto stringere stretti rapporti d’affari con Microsoft dopo aver fatto parte della società di copertura che ha svolto un ruolo centrale nello spionaggio legato a PROMIS e dopo aver creato esplicitamente le loro società successive con l’intento dichiarato di “ripristinare “Il lavoro e l’eredità di suo padre spia suggeriscono fortemente la probabilità che almeno alcuni prodotti Microsoft siano stati compromessi in qualche modo, probabilmente attraverso alleanze con aziende tecnologiche guidate da Maxwell. Il fatto che i media mainstream non si preoccupino dei collegamenti documentati della rete Epstein con altri dirigenti Microsoft di alto rango del passato, come Nathan Myhrvold, Linda Stone e Steven Sinofsky, rende chiaro che il rapporto tra Bill Gates ed Epstein, sebbene è ovvio, questo non vale per Microsoft ed Epstein.

I legami di Epstein e dei Maxwell con la Silicon Valley, non solo con Microsoft, fanno parte di un tentativo più ampio di oscurare la forte componente di intelligence nella creazione delle aziende più potenti della Silicon Valley. Sono stati fatti grandi sforzi per creare nell’opinione pubblica l’impressione che queste società siano entità puramente private, anche se hanno stretti legami di lunga data con i servizi segreti e militari degli Stati Uniti e di Israele. (Vedi Hangout illimitato e MintPress ) La vera portata dello scandalo Epstein non verrà mai ascoltata dai media mainstream perché così tanti organi di informazione sono di proprietà degli stessi oligarchi della Silicon Valley o fanno affidamento sulla Silicon Valley per i lettori online.

Forse la ragione più importante per cui le origini dell’agenzia militare/di intelligence e i suoi legami con l’attuale oligarchia della Silicon Valley non vengono mai esaminati onestamente è che queste stesse entità stanno ora lavorando a una velocità vertiginosa per inaugurare la Quarta Rivoluzione Industriale che renderebbe l’intelligenza artificiale, l’automazione, la sorveglianza elettronica di massa e il transumanesimo sono centrali per la società umana. Uno degli architetti di questa “rivoluzione”, Klaus Schwab, ha affermato all’inizio di quest’anno che ripristinare e mantenere la fiducia del pubblico è stato fondamentale per questo progetto. Tuttavia, se la vera natura della Silicon Valley, compresi i suoi legami significativi con lo stupratore seriale di bambini e trafficante sessuale Jeffery Epstein e la sua rete, dovesse venire alla luce, la fiducia del pubblico sarebbe significativamente minata, minacciando quello che l’oligarchia globale vede come un progetto vitale. .

Fonte : The Exposé


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio