Storia e Cultura

John Money, il Mostro che ha Scatenato l’Ideologia Gender nel Mondo e il suo Esperimento Finito in Tragedia

Coloro che ricercano il lavoro di John Money possono trovarsi in un posto molto oscuro: presentiamo uno dei padri dell’ideologia di genere, a cui gli attivisti di oggi non vogliono davvero fare riferimento.

Si parla molto in questi giorni di ideologia di genere, sia all’estero che in patria. Alcuni sottolineano i suoi effetti negativi sui bambini e sulla salute mentale , mentre dall’altra parte dello spettro c’è chi crede che questo sia un pensiero completamente paranoico e che il genderismo non sia in realtà altro che un altro trampolino di lancio verso lo sviluppo e la completa libertà individuale. Abbiamo trattato l’argomento in diversi articoli di analisi che elenchiamo qui sotto:

A nostro avviso, in tutto questo manca dolorosamente un dettaglio importante, ovvero questo:

Come è nata l’ideologia di genere?

Del resto è apparentemente una cosa nuova, non se ne parla né nei libri di storia né in quelli di biologia; e se ci prendiamo la briga di vedere che non possiamo trovare un solo passaggio al riguardo né nella Bibbia, né negli scritti degli antichi romani, né nei documenti del Medioevo.

Bene, dobbiamo tornare agli anni ’50 e ’60. Fu proprio nel 1955 che il termine “genere” fu usato per la prima volta da John Money, uno psicologo nato in Nuova Zelanda ma in carriera in America, che creò così una categoria completamente separata dal sesso alla nascita. Secondo la teoria, non sono affatto i marcatori biologici che determinano il genere di una data persona, ma i modelli comportamentali. Successivamente, questi sono stati integrati con concetti che sembrano familiari, come “identità di genere”, che cerca di descrivere l’esperienza interiore e individuale della sessualità, o “ruolo di genere”, che include le aspettative sociali per uomini e donne.

Money ha aperto il primo istituto di identità di genere alla Johns Hopkins University. Si può vedere fino a che punto il movimento di genere di oggi sia determinato dal pensiero di John Money, poiché, ad esempio, il principio che la biologia non determina il genere di qualcuno, ma la società, l’ambiente sociale, i sentimenti individuali e il resto, può essere fatta risalire allo psicologo neozelandese.

Ma allora perché abbiamo l’impressione che i fautori dell’ideologia di genere sembrino evitare di riferirsi a John Money? Perché la percezione comune è che se ne siano dimenticati? Perché il suo nome non viene menzionato?

La tragedia di David Reimer

Bene, la risposta alle domande di cui sopra potrebbe forse essere formulata così perché Money purtroppo non si è limitato alla teoria, ma ha cercato di mettere in pratica le sue idee, con risultati disastrosi.

Money voleva prima testare la teoria del genere sui cosiddetti bambini “intersessuali”, cioè bambini che (a causa di vari difetti alla nascita) non possono essere classificati esclusivamente in categorie tipiche femminili o maschili in base alle loro caratteristiche di genere. Money credeva che questi bambini potessero essere curati nel modo più efficace con ormoni e vari interventi chirurgici con l’obiettivo di riassegnarli a uno dei “sessi”. Non importava davvero quali genitali avesse il bambino, invece l’obiettivo principale era il “genere” scelto.

Ma non era quello che interessava realmente a John Money. Era molto più interessato allo sviluppo di bambini con caratteristiche di genere sane: ha cercato di dimostrare la sua teoria secondo cui “l’identità di genere” è malleabile e flessibile per ogni bambino.

Il problema era, ovviamente, che questo era quasi impossibile da fare, dal momento che nessun genitore sano di mente a quel tempo voleva che il proprio figlio fosse trasformato in un genere diverso se era già sano.

Ma poi la scappatoia gli è caduta in grembo: David Reimer.

Come riportato dalla rivista Rolling Stone , Reimer è nato nel 1965 come coppia di gemelli da una famiglia della classe operaia canadese: erano perfettamente sani finché la madre non si accorse a sette mesi che avevano difficoltà a urinare. Come si è scoperto, avevano una stenosi del prepuzio, che veniva facilmente trattata con una circoncisione. Doveva essere un’operazione di routine, ma nel caso di David ha avuto conseguenze tragiche: a seguito di un errore chirurgico, David ha perso quasi completamente il pene, come ha affermato uno dei medici che ha consultato i suoi genitori, “non potrà mai vivere una vita coniugale e avere una normale relazione sessuale”.. I medici esclusero la possibilità di ricostruzione. I genitori Reimer erano disperati, non sapevano cosa fare, cercavano ovunque di chiedere aiuto, ma non lo ottenevano da nessuno. John Money è stato visto in uno show televisivo e i Reimer furono così colpiti dal carisma dello psicologo che lo contattarono nella loro disperazione .

E questo ha dato a Money un perfetto “soggetto di prova” : David, a differenza dei bambini intersessuali, era un bambino che aveva chiaramente le caratteristiche di genere di un ragazzo, e suo fratello gemello, Brian, era ancora completamente sano – cioè poteva essere il “gruppo di controllo ” durante la ricerca. . È importante sottolineare che quando i Reimers visitarono per la prima volta Money nel 1967, lo psicologo era già considerato una sorta di autorità in materia di “disturbi di genere” negli Stati Uniti . I genitori pensavano che lo psicologo potesse garantire a David una vita normale, proprio come una ragazza.

E Money ha spinto in modo aggressivo: ha convinto i genitori che David avrebbe dovuto sottoporsi a una completa castrazione clinica e che avrebbero dovuto creare chirurgicamente un organo genitale femminile, seguito da un trattamento con ormoni femminili dall’età di 11-12 anni.

David aveva solo 22 mesi all’epoca, ma la tortura era già iniziata.

Su istruzioni di John Money, i suoi genitori l’hanno cresciuta come se fosse una bambina: l’hanno ribattezzata Brenda, l’hanno vestita con abiti femminili e le hanno regalato una casa delle bambole. Quasi nessuno sapeva quale fosse l’esatto retroscena di “Brenda”, persino Brian è stato portato a credere che avesse una sorellina.

John Money, il Mostro che ha Scatenato l'Ideologia Gender nel Mondo e il suo Esperimento Finito in Tragedia News Academy Italia
David Reimer dopo essersi sbarazzato di Money. Fonte: Wikipedia

Tuttavia, le cose non sono andate come Money sperava, perché il comportamento di David non ha mostrato il successo dell ‘”esperimento”. Non accettava, ad esempio, quando sua madre voleva struccarsi, strappava sempre i vestiti alle ragazze, si comportava come un ragazzo a scuola, il che lo faceva prendere in giro dai suoi compagni ed era considerato problematico dai suoi insegnanti.

Tuttavia, le visite annuali a John Money, quando esaminava lo sviluppo sessuale dei gemelli, erano molto più terribili di questo. A partire dall’età di sei anni (!), lo psicologo ha chiesto ai bambini quali fossero le loro fantasie e desideri sessuali e ha mostrato loro foto di bambini e adulti nudi che facevano sesso.

In altre occasioni ordinava ai bambini di spogliarsi e di guardarsi reciprocamente i genitali. Money spesso invitava alle “visite” 5-6 suoi colleghi e altre volte scattava foto.

Spesso istruiva i fratelli a imitare il rapporto sessuale, e quando rifiutavano, iniziava a urlare contro di loro, secondo un altro racconto . 

In una successiva intervista, Reimer dichiarò che “Brenda” iniziava a temere le visite, ma la cosa più terrificante accadde quando si avvicinava il suo ottavo compleanno. Cioè quando Money volle eseguire ulteriori operazioni su Reimer per completare i suoi “genitali femminili” . Piuttosto controverso, tuttavia, lo psicologo neozelandese non credeva che la riassegnazione psicologica del genere fosse possibile senza una completa riassegnazione fisica del genere.

I soldi iniziarono a correre in questo periodo. Money pubblicò resoconti degli agghiaccianti esperimenti dietro le quinte sui gemelli, i media li raccolsero e il successo gli cadde in grembo.

Tuttavia, i fratelli Reimer l’hanno vissuta in modo molto diverso, avvicinandosi all’adolescenza, David divenne sempre più alienato dal proprio corpo. 

Lo stesso Money ha riferito che la semplice menzione della terapia ormonale ha provocava a David intensi attacchi di panico, ma ciò non ha fermato lo psicologo: voleva comunque operare David, quindi voleva persino assumere un uomo transessuale per parlare con il ragazzo per vedere se “con la discrezione” poteva gestirlo.

La massiccia tortura culminò infine in un incidente nel 1976, quando David corse con nobile semplicità sul tetto della clinica e minacciò di gettarsi nell’abisso se avesse dovuto rivedere Money.

Questa è stata l’ultima volta che i ragazzi hanno visitato la clinica. Successivamente, Money visitò ancora una volta la famiglia Reimer nel 1979, quando i gemelli si nascosero dal dottore nel seminterrato. Dopodiché, David non ha più visto lo psicologo.

E una volta che il ragazzo fu fuori dall’influenza di Money, assaggiò la libertà: al suo sedicesimo compleanno, abbandonò il nome “Brenda”, si fece rimuovere chirurgicamente il seno e iniziò a prendere ormoni maschili.

Ma l’effetto del “lavoro” di Money purtroppo ha seguito David fino alla fine della sua vita, ha cercato di porre fine alla sua vita due volte prima dei 21 anni.

Fu solo nel 1990 che le speranze cominciarono finalmente ad illuminarsi per David, quando si sposò e diede il nome ai tre figli di sua moglie. 

Fu durante questo periodo che solo il lato oscuro e disumano degli esperimenti di Money iniziò a trapelare al pubblico. 

Il rivale dello psicologo e l’ex psichiatra di Reimer si unirono per pubblicare studi nel 1997 che smentivano la convinzione di Money che i bambini fossero “neutrali rispetto al genere”. È stato anche dimostrato che i suoi trattamenti fanno più male che bene, e Reimer ne è stato un esempio vivente.

Ma per David Reimer era troppo tardi. Nel 2002, suo fratello gemello si è suicidato, overdose di antidepressivi, e sua moglie ha presto chiesto il divorzio. David ha concluso la sua vita nel 2004:

Aveva 38 anni, ma durante quel periodo ha dovuto affrontare un dolore incredibile.

John Money è morto nel 2006, dopo una carriera decorata con più di sessanta premi, le complicazioni del morbo di Parkinson hanno messo fine alla sua vita all’età di 84 anni.

Foto di apertura: John Money. Foto: Wikipedia


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio