Scienze e Salute

Il Governo Israeliano ha “Ritrovato” gli Accordi con Pfizer Precedentemente “Smarriti”. La Pistola Fumante Sulla Sperimentazione Forzata

Quattro accordi tra Israele e Pfizer sono stati resi pubblici tramite una causa FOI, ancora in una forma pesantemente oscurata. Dimostrano che il governo israeliano ha condotto esperimenti forzati sulle persone.

Nel 2020, Israele ha ricevuto la consegna prioritaria di vaccini contro il coronavirus in cambio di dati epidemiologici sulla sua popolazione.
Alla fine dell’anno scorso il Ministero della Sanità israeliano aveva dichiarato in tribunale di non essere in grado di raggiungere un accordo con Pfizer per condividere questi dati. Il Ministero ha addirittura affermato di non sapere se l’accordo fosse mai stato firmato e che non era in grado di trovarlo.

L’ex dirigente farmaceutico Sasha Latypova scrive che l’accordo è ora magicamente “riapparso”. Dopo mesi di contenzioso, è stato pubblicato, sebbene gran parte del testo sia stato oscurato. Latypova scrive:

Articolo di notizie israeliane con analisi dettagliata e storia di queste FOI:  I nuovi documenti rivelano: 4 accordi e divulgazione parziale delle redazioni 

Quattro accordi pubblicati da FOI qui

Ci sono almeno quattro accordi/documenti chiave che il Ministero della Salute israeliano (IMOH) ha firmato con Pfizer, e la pubblicazione di questi documenti dopo una controversia legale che è durata mesi rivela che tutti e quattro sono stati firmati addirittura prima che il vaccino ricevesse l’EUAA (Autorizzazione d’Urgenza) dalla FDA. Il governo ha cercato di nascondere le vere date della firma, e evidentemente ha creato una rappresentazione falsa affermando che fosse stata firmata successivamente, al fine di mentire alla popolazione dicendo che il prodotto era “autorizzato” dalla FDA e dall’EMA. I quattro accordi che sono stati resi pubblici includono:

L’accordo di condivisione dei dati con Pfizer – una copia è stata pubblicata dall’IMOH il 17 gennaio 2021, con il nome di “Accordo Israele-Pfizer” o “Accordo di Collaborazione per le Evidenze Epidemiologiche del Mondo Reale”. Questo è l’accordo che specifica i termini della condivisione di informazioni tra lo Stato di Israele e Pfizer in uno studio “del mondo reale” da condurre in Israele, che coinvolge cittadini israeliani. Lo scopo dichiarato di questo accordo era raccogliere e analizzare dati epidemiologici derivanti dalla vaccinazione della popolazione israeliana e determinare se si sarebbe raggiunta l’immunità di gregge come risultato del vaccino.

Come risultato del ricorso FOIA (Freedom of Information Act), una copia firmata di questo accordo è stata trovata dal governo israeliano. In precedenza, il governo aveva dichiarato di averla “persa” o di non riuscire a trovarla, ma ora l’ha ritrovata. La scoperta più importante derivante da questi due documenti è la data reale della firma di questo accordo. Nella versione più recente resa pubblica (vedi il link in questo paragrafo, p.4 del pdf), l’IMOH ammette che questo accordo è stato firmato il 1 dicembre 2020, circa cinque settimane prima di quanto affermato in precedenza (cioè il 6 gennaio 2021).

Ciò dimostra che l’IMOH ha attivamente nascosto la vera data della firma dell’accordo e ha mentito al riguardo, sostenendo una data successiva. Questa menzogna è importante poiché il governo israeliano si affida interamente alla FDA e all’EMA per l’approvazione dei prodotti medici nel paese e ha scarsa o nessuna capacità di verificare formalmente la completezza e la rigorosità dei dati utilizzati nelle decisioni prese da queste agenzie governative non israeliane. Pertanto, il pubblico israeliano è stato completamente ingannato dal governo israeliano. L’EUAA è stata concessa a Pfizer dalla FDA solo l’11 dicembre 2020. Un EUAA da parte della FDA significa semplicemente “non abbiamo prove concrete che questo funzioni o sia sicuro, ma puoi usarlo se sei disperato” – un prodotto con EUAA non è autorizzato né approvato per nulla. Pertanto, “L’Accordo di Condivisione delle Informazioni” con Israele è stato firmato circa dieci giorni prima che venisse rilasciata persino un’autorizzazione d’urgenza da parte della FDA per questo prodotto, e l’IMOH ha cercato di nasconderlo e ha mentito al riguardo.

La versione resa pubblica dell’accordo presenta molte parti censurate, e persino i numeri di pagina nella nuova copia sono stati censurati. Le sezioni relative alla rinuncia alla responsabilità/potenziale pegno di beni statali a Pfizer (proprietari del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti/banca centrale?) sono state completamente censurate al 100%. C’è la preoccupazione che la copia dell’accordo potrebbe non includere tutte le sue pagine.

L’accordo di produzione e fornitura con Pfizer (noto anche come “Accordo di Produzione e Fornitura”) – Questo accordo è stato reso pubblico per la prima volta, tuttavia, la sua esistenza era nota sin dalla pubblicazione della copia non firmata dell'”Accordo di Condivisione delle Informazioni” nel gennaio 2021. Ora è chiaro che la transazione di acquisto in sé è stata firmata il 1 dicembre 2020, allo stesso tempo dell'”Accordo di Condivisione delle Informazioni”.

Accordo di riservatezza – sembra che questo accordo sia stato firmato dal Ministero della Salute e da Pfizer il 12 luglio 2020. In realtà, questo accordo è stato firmato tre mesi prima che Pfizer presentasse una domanda e addirittura prima che l’azienda iniziasse lo studio di fase 3 sul suo prodotto.

“La serie di accordi firmati con Pfizer comprende almeno quattro accordi/documenti: un Accordo di Riservatezza firmato il 12 luglio 2020; un documento di Principi firmato il 13 novembre 2020; un Accordo di Produzione e Distribuzione firmato il 1 dicembre 2020; e un Accordo di Condivisione delle Informazioni firmato anch’esso il 1 dicembre 2020. Come mostrato nella linea temporale allegata di seguito, tutti e quattro gli accordi sono stati firmati prima che il vaccino ricevesse l’EUAA, e il documento dei Principi è stato persino firmato prima che Pfizer presentasse la richiesta di approvazione. Inoltre, l’accordo di riservatezza è stato firmato prima che l’azienda iniziasse lo studio di fase 3, afferma l’avvocato Gur. “In queste circostanze, è molto difficile prendere sul serio l’affermazione che ciò non sia un vero esperimento umano.”

Il Governo Israeliano ha "Ritrovato" gli Accordi con Pfizer Precedentemente "Smarriti". La Pistola Fumante Sulla Sperimentazione Forzata News Academy Italia

La principale conclusione da quanto sopra è la seguente:

Il Ministero della Salute israeliano ha “approvato” l’importazione degli inoculi a base di mRNA di Pfizer prima ancora che la superficiale autorizzazione d’urgenza della FDA fosse emessa! Allo stesso tempo, hanno concordato di fornire a Pfizer i dati medici sugli effetti di questa “sostanza a scatola chiusa” sulla popolazione israeliana. Poi hanno mentito alla gente affermando che il prodotto era stato testato e approvato dalla FDA, e inoltre, hanno somministrato gli inoculi senza consenso informato, utilizzando misure estremamente dure e coercitive.

Se questo non è un esperimento medico forzato senza consenso, non so cos’altro possa esserlo.

Vorrei dichiarare che sono decisamente contrario all’antisemitismo praticato evidentemente dal governo israeliano nei confronti della popolazione di Israele. Mi risulta difficile individuare differenze significative tra le azioni del governo israeliano nei confronti del popolo israeliano e ciò che è avvenuto sotto il regime nazista in Germania tra il 1941 e il 1945. La biblioteca Wiki della CIA non è una fonte affidabile, ma una differenza chiave si evidenzia: ci furono circa 15.000 vittime degli esperimenti medici nazisti in Germania, forse anche di più. Con l’attuale atrocità dell’iniezione di mRNA in Israele, abbiamo milioni di vittime costrette a partecipare all’esperimento di trasfezione di mRNA, comprese donne in gravidanza e bambini. La popolazione di Israele è di circa 9 milioni, e la somministrazione coatta di vaccini COVID è stata diffusa (circa 4 milioni di persone hanno ricevuto 3 dosi):

Nel giro di 2 mesi, circa la metà della popolazione totale aveva ricevuto una dose del vaccino. Al 1° giugno 2021, l’81% della popolazione di età ≥16 anni aveva ricevuto la seconda dose del vaccino. La copertura vaccinale è stata elevata, superando il 75% tra le persone di 20 anni e aumentando con l’età, superando il 90% tra gli individui di età ≥60 anni.

Il numero delle vittime di esperimenti medici (morti, disabilità e lesioni) è altrettanto molto elevato. Secondo questo articolo, il gruppo di persone vittime di reazioni avverse dai vaccini su Facebook in Israele conta 42.000 partecipanti. Se i dati mondiali stimati relativi ai decessi a breve termine si applicano in Israele (circa 1 su 800 – 1 su 1.000 iniezioni), ciò significherebbe che possiamo aspettarci almeno 100.000 decessi da queste iniezioni (una stima conservativa).

Da un punto di vista più tecnico, i contratti Pfizer-Israele fanno riferimento alla “Regola 29”, ossia ci si aspettava che le iniezioni COVID fossero importate in Israele in base a questa regola. Ciò conferma che il governo aveva firmato consapevolmente per un pericoloso esperimento di massa. La regola rappresenta un’eccezione alla commercializzazione di prodotti medici approvati, inclusa l’indicazione dell’uso di armi chimiche e radiologiche. Questo è equivalente alle disposizioni sulle “contromisure” nella legge degli Stati Uniti e dell’UE.

Le eccezioni alle procedure di autorizzazione per la commercializzazione dei farmaci previste dalla “Regola 29” (fonte che descrive le normative farmaceutiche in Israele):

In circostanze speciali, un medicinale può essere esente dalla registrazione in Israele se rientra in una delle eccezioni elencate nella Regola 29(a) del Regolamento dei Farmacisti (Preparazioni), come attuato dal Direttore Generale del MOH (Ministero della Salute). Ciò include situazioni in cui:

  1. Il medicinale è destinato a essere utilizzato come parte di un programma di uso compassionevole.
  2. Il medicinale è destinato al trattamento di una malattia grave o condizione medica e non sono registrati e commercializzati in Israele medicinali alternativi per il trattamento della stessa malattia o condizione medica.
  3. Il medicinale è destinato al trattamento medico dei residenti israeliani in relazione a un’epidemia o ad altre malattie contagiose.
  4. Il medicinale riguarda la protezione da sostanze chimiche o radioattive.

Infine, la mia supposizione basata su una riflessione informata su ciò che è accaduto in Israele e in tutto il mondo riguardo alla diffusione consapevole di iniezioni pericolose attraverso vari confini nazionali: i massimi funzionari governativi e dell’intelligence probabilmente sapevano che la pandemia da COVID-19 poteva essere parte di un piano globale di controllo della popolazione, schiavitù e creazione del Nuovo Ordine Mondiale (NWO). Tuttavia, si tratta solo di poche persone in ogni paese che sono completamente informate sulle vere ragioni. Il resto dell’apparato ufficiale è stato convinto delle ragioni apparenti, la storia CIA-Pentagono, ad esempio, del”virus letale manipolato/fuga di laboratorio dalla Cina”, e quindi tutte le risposte in stile militare, le contromisure e le misure di segretezza associate, il panico e le misure coercitive imposte dall’OMS sono state ritenute accettabili attraverso molteplici livelli di burocrazia.
Più in basso ci sono i livelli che sono stati ingannati con storie hollywoodiane sulle pandemie da pipistrelli e scimmie e a cui è stato detto di essere eroi del settore sanitario: “stanno facendo il proprio lavoro” e “siamo tutti insieme in questa situazione” e “proteggiamo la nonna o il nostro prezioso sistema sanitario socialista”. I miei lettori sono ormai ben consapevoli che è molto facile commettere un’atrocità su larga scala anche da parte di persone gentili, purché i compiti siano compartimentalizzati a sufficienza e vengano fornite narrazioni plausibili minime per giustificare il comportamento dei codardi moralmente in accordo.

Potrei essere paranoico o troppo scettico, ma non posso fare a meno di vedere delle connessioni con l’ultimo “errore” dell’intelligence israeliana nell’aver in qualche modo mancato l’attacco di Hamas lungo quello che dovrebbe essere uno dei confini più sicuri e sorvegliati al mondo.

Il Governo Israeliano ha "Ritrovato" gli Accordi con Pfizer Precedentemente "Smarriti". La Pistola Fumante Sulla Sperimentazione Forzata News Academy Italia

Esatto, hanno semplicemente “mancato” la violazione di quel super-muro per oltre 20 ore. È stato intenzionale? Questo significa che tutto ciò che sta accadendo ora era pianificato. Il governo israeliano ha rifiutato di spiegare perché le Forze di Difesa israeliane, con 173.000 unità di personale attivo, 193 caccia, 38 elicotteri d’attacco e 1.760 carri armati pronti, e con un preavviso di un attacco, abbiano impiegato quasi 3 giorni per attraversare i 77 chilometri da Gerusalemme a Gaza.

È stato questo attacco orchestrato precipitato dalla verità sulla brutale situazione globale legata al COVID-19 che sta emergendo e dalla consapevolezza delle persone su ciò che è stato fatto loro e per quali obiettivi finali da parte dell’élite? È l’élite globale dietro i burattini del governo israeliano (e di tutti gli altri principali governi) insoddisfatti dei numeri di riduzione della popolazione raggiunti finora, molto al di sotto delle previsioni di Deagel (obiettivi di riduzione della popolazione: USA -70%, Israele -63%), e ora sta spingendo per la prossima fase di distruzione – la guerra globale ?


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio