Scienze e Salute

Bill Gates ammette: la propaganda della paura riguardo al cambiamento climatico non funziona più

Il Covid e la storia del clima riguardano fondamentalmente la stessa cosa: ridistribuzione dal basso verso l’alto, centralizzazione del potere governativo in organismi globali non eletti, in particolare nell’OMS e nelle Nazioni Unite, e introduzione dell’identità digitale per un controllo e una sorveglianza estesi. Con il Covid la paura ha funzionato bene, grazie a un virus invisibile. Non funziona altrettanto bene quando si tratta di clima, perché il clima è visibile, misurabile e direttamente tangibile per tutti.

Ci sono anche altre differenze. Nel caso del Covid è stato relativamente facile conquistare la professione medica e, purtroppo con pochissime eccezioni, prima con le misure di restrizione solo apparentemente efficaci e poi con la campagna di vaccinazione. Questo non funziona così facilmente per gli scienziati naturali e ci sono un gran numero di scienziati e studi che contraddicono diametralmente le affermazioni delle Nazioni Unite e delle sue sub-organizzazioni, nonché dei politici. E queste contraddizioni poggiano su basi estremamente solide, vale a dire misurazioni, osservazioni ed esperimenti, oltre che su una solida matematica.

E recentemente si è anche osservato che il sostegno alle rivendicazioni e alle misure estreme trova sempre meno sostenitori. Al vertice sul clima della scorsa settimana convocato dal generale Guterres e all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, i capi di Stato e di governo di quattro membri del Consiglio di sicurezza – Cina, Regno Unito, Russia e Francia – erano assenti, così come i leader di altri grandi paesi. come Modi dell’India e il presidente del Brasile Lula sono tornati direttamente a casa.

Solo 17 paesi e ovviamente i leader dell’UE sono a favore di “NetZero” e di un’eliminazione graduale globale dei combustibili fossili. Il primo ministro britannico Sunak ha ora fatto un’inversione di marcia e ora anche uno dei sostenitori più accaniti riconosce chiaramente che la retorica della catastrofe assoluta come quella di Guterres delle Nazioni Unite non funziona:

Con un grande dietrofront, l’allarmista climatico Gates ha fatto marcia indietro e ha ammesso che il “riscaldamento globale” non ha conseguenze apocalittiche. Secondo quanto riferito, Gates ha detto a un gruppo di suoi colleghi attivisti dell’Agenda Verde che la narrativa della “sventura climatica” è diventata così esagerata che il pubblico sta vedendo oltre la farsa.

Gli obiettivi “NetZero” dettati ai governi mondiali dal World Economic Forum (WEF) e dalle Nazioni Unite (ONU) mirano a privare i cittadini della qualità della vita al fine di eliminare le cosiddette “emissioni di carbonio” entro il 2050.

Nel 2021, Gates ha messo in guardia dalle conseguenze apocalittiche se il mondo non riuscisse a raggiungere “zero emissioni nette di carbonio” entro il 2050.

Nel febbraio 2021, ha avvertito l’allora conduttore di “Fox News Sunday” Chris Wallace:

“La migrazione a cui abbiamo assistito a causa della guerra civile in Siria, che dipendeva in qualche modo dal clima, sarà 10 volte più grande perché le aree equatoriali diventeranno inabitabili.

“Non potremo più coltivare o andare all’aperto d’estate.

“Gli incendi, e anche la produttività agricola nel sud degli Stati Uniti – la siccità – ridurranno drasticamente la produttività in quell’area”.

Gates ha affermato che la perdita di vite umane sarà maggiore anche della fase peggiore della pandemia di coronavirus. “ L’instabilità complessiva sarà cinque volte superiore rispetto al picco della pandemia e i decessi aumenteranno ogni anno ”.

E: “ Se aspettiamo altri 10 anni, non sarà così terribile come se aspettassimo 20 o 30 anni, perché la temperatura continua ad aumentare. 

Gates ha promosso questa narrazione anche nel suo libro “ Come evitare un disastro climatico ”. Nel libro avverte che il mondo deve assolutamente raggiungere gli obiettivi “NeroZero” prima del 2025 per evitare una “catastrofe”.

Tuttavia, parlando a un evento del New York Times a New York questa settimana, Gates ha fatto un improvviso dietrofront nel suo ritratto dell’emergenza climatica. Durante l’evento live al Times Center di New York, Gates ha ammesso che “ nessun paese temperato diventerà inabitabile a causa del riscaldamento globale”.

Sembra che stia cercando un cambiamento rispetto alle tattiche aggressive e intimidatorie che non funzionano più con il pubblico. Gates ha avvertito i suoi alleati globalisti: ” Se provate a imporre regole sul clima con la forza bruta, otterrete persone che diranno: ‘Mi piace il clima, ma non voglio sostenere questi costi e ridurre il mio tenore di vita’. .””

Il miliardario ha anche commentato i suoi controversi piani di abbattere gli alberi per “combattere il cambiamento climatico”. Gates sta finanziando una nuova iniziativa che mira ad abbattere l’incredibile cifra di 70 milioni di ettari di alberi per “combattere il riscaldamento globale”.

L’organizzazione di Gates, Breakthrough Energy , ha investito 6,6 milioni di dollari nel progetto, guidato da Kodama Systems . Di conseguenza, 70 milioni di ettari di foreste, soprattutto nella parte occidentale degli Stati Uniti, vengono abbattuti. Dopo che gli alberi sono stati abbattuti, vengono sepolti. Secondo gli organizzatori del progetto, gli “scienziati” affermano che “ seppellire gli alberi può ridurre il riscaldamento globale ”.

Commentando questi piani, Gates ha addirittura respinto l’idea di piantare alberi per salvare il pianeta. “ Siamo noi gli scienziati o siamo gli idioti? ” ha detto rispondendo a chi sostiene che piantare più alberi fa bene all’ambiente.

Articolo di Rassegna Internazionale – Fonte


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio