EsteriItaliaNews

Maternità Surrogata: Nuova Legge del Parlamento Europeo Contro la Tratta di Esseri Umani

La maternità surrogata riconosciuta come tratta di esseri umani dal Parlamento Europeo.

Il Parlamento europeo adotta un emendamento di François-Xavier Bellamy volto a includere la maternità surrogata nella direttiva per la prevenzione della tratta di esseri umani e penalizzarne lo sfruttamento.

Voto importante questa settimana: dopo un accordo con gli Stati membri e la Commissione, il Parlamento ha adottato in ultima lettura, a maggioranza di voti sia di destra che di sinistra, la mia proposta di includere l’AAP nella direttiva europea contro la tratta di esseri umani,” dice François-Xavier Bellamy su X, in un post giovedì 25 aprile.

Lo sfruttamento della maternità surrogata costituisce tratta di esseri umani.

Martedì scorso, 23 aprile, il Parlamento europeo ha infatti adottato un emendamento alla direttiva relativa alla prevenzione della tratta degli esseri umani e alla lotta contro questo fenomeno nonché alla protezione delle vittime, presentato lo scorso ottobre dal capo della delegazione francese della del Partito Popolare Europeo (PPE) e mirava a includere lo sfruttamento della maternità surrogata.

“Lo sfruttamento della maternità surrogata, del matrimonio forzato o dell’adozione illegale può già rientrare nell’ambito dei reati relativi alla tratta di esseri umani, definiti nella Direttiva 2011/36/UE, nella misura in cui siano soddisfatti tutti i criteri che costituiscono tali reati.”, rileva il Parlamento europeo.

“Tuttavia, tenendo conto della gravità di tali pratiche, (…), è opportuno includere lo sfruttamento della maternità surrogata, del matrimonio forzato o dell’adozione illegale nelle forme di sfruttamento previste da tale direttiva, nella misura in cui gli elementi costitutivi di tratta di esseri umani siano soddisfatti, anche per quanto riguarda il criterio dei mezzi”, aggiungono i parlamentari europei.

Penalizzazione dell’uso della GPA

Si afferma inoltre che “al fine di sviluppare una risposta politica coerente per combattere la domanda che favorisce la tratta di esseri umani, (…), è importante criminalizzare l’uso dei servizi quando la vittima viene sfruttata per fornire tali servizi e l’utente è consapevole che la persona che fornisce i servizi è vittima di un reato connesso alla tratta di esseri umani.”

L’emendamento è stato ampiamente adottato dal Parlamento europeo, con 563 voti a favore sia di destra che di sinistra, 7 voti contrari e 17 astensioni.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *
Fonti
France Soir

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio