EsteriNews

Sotto il Fuoco Israeliano: La Tragica Odissea di Hind, la Bambina di Gaza, e l’Agghiacciante Attacco all’Ambulanza della Mezzaluna Rossa

I corpi di una bambina di Gaza, dei suoi parenti e dei membri di un’ambulanza intrappolati sotto il fuoco israeliano sono stati trovati dopo 12 giorni

Un’ambulanza della Mezzaluna Rossa Palestinese inviata per soccorrere una ragazza di 6 anni a Gaza è stata bombardata da aerei israeliani, causando la morte dell’equipaggio dell’ambulanza, ha dichiarato l’organizzazione. (Foto: account @PalestineRCS X)

Sabato i parenti hanno trovato il corpo di una ragazza palestinese di 6 anni che aveva supplicato i soccorritori di Gaza di inviare aiuto dopo essere rimasta intrappolata sotto il fuoco militare israeliano, insieme ai corpi di cinque membri della sua famiglia e due operatori dell’ambulanza che erano andati a salvarla.
La Mezzaluna Rossa Palestinese (PRCS) ha accusato Israele di aver preso di mira deliberatamente l’ambulanza che aveva inviato per soccorrere Hind Rajab dopo che aveva passato ore al telefono con i dispatcher implorando aiuto mentre il suono degli spari echeggiava intorno.

Gli israeliani hanno preso di mira deliberatamente l’equipaggio della Mezzaluna Rossa nonostante la coordinazione preventiva per consentire all’ambulanza di arrivare sul posto per soccorrere Hind“, ha dichiarato la Mezzaluna Rossa in una nota. Ha pubblicato un breve video del luogo in cui è stata trovata l’ambulanza sul suo account X.

Le forze militari israeliane non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento da parte di Reuters sulla dichiarazione della Mezzaluna Rossa.
I parenti hanno trovato il corpo di Hind insieme a quelli dello zio e della zia e dei loro tre figli ancora in un’auto vicino a una rotonda nella periferia di Tel al-Hawa, nella città di Gaza, ha riferito l’agenzia ufficiale di stampa palestinese Wafa.

La PRCS ha pubblicato una foto dell’ambulanza, quasi completamente bruciata. Un video di Al Jazeera del luogo sembrava mostrare l’ambulanza a pochi passi dall’auto in cui si trovava la famiglia, una Kia Picanto nera danneggiata piena di fori da proiettile.
La difficile situazione di Hind, rivelata in audio strazianti della sua conversazione terrorizzata con i soccorritori 12 giorni fa, sottolineava le condizioni impossibili per i civili di fronte all’assalto israeliano durato quattro mesi su Gaza.

L’audio diffuso dalla Mezzaluna Rossa all’inizio di questo mese registrava una chiamata ai dispatcher fatta per la prima volta dalla cugina adolescente di Hind, Layan Hamadeh, dicendo che un carro armato israeliano si stava avvicinando prima che partissero gli spari e lei gridasse.
Ritenuta l’unica sopravvissuta, Hind è rimasta in linea per tre ore con i dispatcher, che hanno cercato di calmarla mentre si preparavano a inviare un’ambulanza.

“Venite a prendermi”, si sentiva piangere disperatamente Hind in un’altra registrazione audio. “Ho così paura, per favore venite.”
La PRCS ha dichiarato che dopo aver coordinato con le forze militari israeliane attraverso mediatori e aver ricevuto l’ok, ha stabilito che fosse abbastanza sicuro inviare un’ambulanza con un equipaggio di due persone, Youssef Zeino e Ahmed Al-Madhoon.
“Nell’ultima comunicazione con il team, hanno detto che le forze di occupazione hanno puntato un raggio laser su di loro. Abbiamo sentito degli spari e poi un’esplosione”, ha detto il portavoce della Mezzaluna Rossa a Ramallah, Nebal Farsakh.
Successivamente è stato perso il contatto sia con l’equipaggio dell’ambulanza che con Hind, lasciando le loro famiglie, i colleghi e molte persone in tutto il mondo preoccupate per il loro destino.
“Il fatto che questi fossero potenzialmente gli ultimi momenti di Hind è devastante e insopportabile”.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Davide Donateo

Fondatore, Editore e Direttore Editoriale di News Academy, con una notevole esperienza, già fondatore di Database Italia e della casa editrice inglese Database International. Autore esperto nel campo della geopolitica e dell'OSINT (Open Source Intelligence), impegnato nella produzione di analisi approfondite e informazioni di alta qualità. Notevole Il suo impegno nel diffondere consapevolezza e conoscenza su temi cruciali che modellano il mondo contemporaneo.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio