EsteriNews

Elon Musk preferirebbe “andare in prigione” piuttosto che limitare la libertà di parola su X

Scritto da Steve Watson tramite Modernity.news,

Il proprietario di X, Elon Musk, ha dichiarato durante una discussione su Spaces che non limiterà mai la libertà di parola sulla piattaforma, indipendentemente da quali entità lo spingano a farlo, e ha affermato che preferirebbe “andare in prigione” piuttosto che permettere che ciò accada.

I commenti di Musk sono arrivati ​​durante una discussione su Spaces, alla quale ha partecipato anche Alex Jones che Musk ha reintegrato sulla piattaforma domenica.

Il redattore di Human Events, Jack Posobiec, ha chiesto a Musk cosa accadrebbe se l’FBI o il DHS “venissero da X e dicessero ‘questi post devono essere censurati, queste informazioni devono essere censurate”.

Musk ha risposto che la piattaforma rimarrà “il più trasparente possibile”,  aggiungendo “Fondamentalmente vedremo tutto ciò che accade sul sistema e nulla sarà nascosto, questo è l’obiettivo”.

Musk ha aggiunto che “francamente se penso che un’agenzia governativa stia infrangendo la legge nelle sue richieste sulla piattaforma, sarei pronto ad andare in prigione personalmente se penso che siano loro in violazione della legge “.

In un secondo momento durante la discussione, Musk ha spiegato di aver reintegrato Alex Jones perché, essendo un assolutista della libertà di parola, non censurerà nessuno su X se non ha infranto la legge.

Eccolo integralmente:


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio