EsteriNews

“L’AEREO DELL’APOCALISSE” VOLA PER IL TERZO GIORNO CONSECUTIVO SUI CIELI RUSSI

Nei cieli sopra la Russia è possibile osservare l’Il-80 (noto anche come Il-86VzPU, secondo la classificazione NATO: Maxdome) – l’aereo di comando delle Forze Armate russe. Questo aereo è stato sviluppato alla fine degli anni ’80 presso il Bureau di Progettazione Ilyushin, basandosi sul modello di aereo di linea Il-86. È attualmente in volo da tre giorni. Questa informazione è stata annunciata il 10 settembre tramite il canale Telegram “Operational Line”.

"L'AEREO DELL'APOCALISSE" VOLA PER IL TERZO GIORNO CONSECUTIVO SUI CIELI RUSSI News Academy Italia

Si è appreso che il 7 settembre l’aereo ha operato un volo tra Mosca e Murmansk, e poi è tornato a Mosca. Il 9 settembre ha ripreso il volo, decollando dalla capitale russa e diretto a Vladivostok. Si suppone che l’Il-80 stia eseguendo dei test o dei controlli in varie condizioni e su diverse rotte aeree dopo aver subito delle riparazioni o forse degli aggiornamenti alle apparecchiature di navigazione o speciali installate a bordo.

Si può anche presumere che stia svolgendo compiti particolari o operazioni speciali segrete. A differenza dei voli speciali giornalieri dell’E-6B Mercury americano, dove tutto è abbastanza trasparente, in questo caso non si dispone di informazioni dettagliate.

È importante notare che la Russia possiede solo 4 esemplari di questi aerei, comunemente noti come “aerei del giorno del giudizio”. Questi aerei non solo consentono di controllare le truppe durante una guerra nucleare, ma anche di comunicare con i sottomarini situati nelle profondità degli oceani. Tutti i lavori su questi velivoli vengono eseguiti presso il Complesso Scientifico-Tecnico dell’Aviazione PJSC Taganrog intitolato a G. M. Beriev (TANTK), un’azienda di produzione aeronautica situata a Taganrog.

"L'AEREO DELL'APOCALISSE" VOLA PER IL TERZO GIORNO CONSECUTIVO SUI CIELI RUSSI News Academy Italia

Si ricorda che, nel corso della prima decade di dicembre 2020, si è verificato un incidente presso l’aeroporto di Taganrog-Yuzhny, con il furto di apparecchiature obsolete da uno degli IL-80. Successivamente è emerso che l’azienda di ricerca e produzione Polet stava modernizzando i sistemi di comunicazione dell’IL-80 al fine di aumentarne l’affidabilità nel controllo delle forze strategiche e generali delle Forze Armate russe attraverso l’implementazione di tecnologie avanzate.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio