NewsEsteri

La Francia fornisce missili a lungo raggio all’Ucraina

Il presidente Emmanuel Macron ha mantenuto la sua promessa di fornire all’Ucraina la variante francese del missile Storm Shadow, secondo un filmato diffuso dal ministero della Difesa di Kiev. 

Macron ha inizialmente annunciato la sua decisione di fornire all’Ucraina “missili a lungo raggio” a maggio, e ha raddoppiato la promessa al vertice della NATO a Vilnius a luglio, ma fino ad ora la loro consegna non era stata confermata.

In un video non datato condiviso domenica dal ministero della Difesa ucraino, si vede il presidente Vladimir Zelensky autografare un missile armato su un jet Su-24. Il missile è contrassegnato come SCALP-EG con la bandiera francese e un mix dello stemma ucraino con la Torre Eiffel all’interno. Non è chiaro quanti missili francesi siano stati consegnati e quando.

Il ministero della Difesa ucraino ha fatto riferimento ai missili con il loro nome britannico Storm Shadow e ha lasciato intendere che il missile firmato Zelensky è stato utilizzato in un recente attacco su due ponti che collegano la penisola di Crimea alla regione russa di Kherson.
Il franco-britannico Storm Shadow / SCALP-EG è un missile da crociera lanciato dall’aria con un raggio di tiro di circa 250 chilometri (155 miglia). 
È stato sviluppato negli anni ’90 e utilizzato in una serie di operazioni militari occidentali, tra cui l’intervento della NATO in Libia e un attacco in Siria condotto congiuntamente da Stati Uniti, Regno Unito e Francia nel 2018.

Kiev ha ripetutamente utilizzato i missili per colpire strutture civili, da quando ha ricevuto un numero imprecisato di Storm Shadows dal Regno Unito. 
Secondo funzionari russi, a maggio sono stati sparati contro due impianti civili nella città russa di Lugansk, ferendo diverse persone, tra cui sei bambini.
Sabato, l’Ucraina ha lanciato circa 12 Storm Shadows / SCALP-EG sui ponti che collegano la Crimea alla regione di Kherson. 
Almeno tre missili hanno attraversato le difese aeree russe, secondo le autorità locali, danneggiando due ponti sullo stretto di Chongar e sullo stretto di Tonkiy.
L’attacco ha anche danneggiato una scuola rurale e un gasdotto locale, lasciando la vicina città di Genichesk senza rifornimenti, secondo il governatore ad interim della regione di Kherson, Vladimir Saldo. 
Inoltre, i ponti danneggiati sono stati scarsamente utilizzati per esigenze militari e sono installazioni infrastrutturali puramente civili, ha sottolineato.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio