NewsEsteri

INDAGINE DELLA CAMERA SU BIDEN. LO SPEAKER DELLA CAMERA MCCARTHY: “POSSIBILE PROCEDIMENTO DI IMPEACHMENT”

Indagine sulla Situazione Finanziaria di Joe Biden: Possibile Avvio di un Procedimento di Impeachment

In data 25 luglio 2023, Kevin McCarthy, il leader repubblicano della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti, ha dichiarato che dovrebbe essere avviata un’indagine sulle condizioni finanziarie del Presidente Joe Biden e della sua famiglia, in particolare riguardo ai fondi provenienti dall’estero, aprendo la possibilità di un procedimento di impeachment. Il comitato della Camera prosegue la sua indagine sui fondi stranieri legati alla famiglia del presidente. La scorsa settimana, il comitato ha ascoltato le testimonianze sotto giuramento degli investigatori dell’IRS riguardo a presunti milioni di dollari provenienti da fonti straniere ricevuti dalla famiglia Biden anni fa. Inoltre, Chuck Grassley, senatore repubblicano, ha divulgato una relazione di un presunto informatore dell’FBI affermando che l’attuale presidente avrebbe accettato tangenti dall’azienda energetica ucraina Burisma, dove suo figlio Hunter Biden ha ricoperto un incarico nel consiglio di amministrazione.

Il Contesto dell’Indagine

L’annuncio dell’indagine sulla situazione finanziaria del Presidente Biden e della sua famiglia ha scosso ulteriormente il panorama politico statunitense, sollevando finalmente domande riguardo alla trasparenza e all’integrità delle loro transazioni finanziarie. Le affermazioni di McCarthy e le testimonianze degli investigatori dell’IRS hanno alimentato il dibattito sulla presenza di fondi stranieri all’interno della famiglia Biden, suscitando dubbi sulla possibilità di potenziali conflitti d’interesse.

INDAGINE DELLA CAMERA SU BIDEN. LO SPEAKER DELLA CAMERA MCCARTHY: "POSSIBILE PROCEDIMENTO DI IMPEACHMENT" News Academy Italia
Kevin McCarthy, il leader repubblicano della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti

Lunedì prossimo, il comitato di supervisione guidato dai repubblicani della camera bassa del Congresso, la Camera dei rappresentanti, ascolterà a porte chiuse Devon Archer, ex socio in affari di Hunter Biden, sulle accuse contro la famiglia del presidente. In una riunione pubblica della scorsa settimana, il consiglio ha ascoltato due investigatori del fisco che, tra gli altri, hanno parlato sotto giuramento di milioni di dollari ricevuti dall’estero da membri della famiglia Biden.

Le Affermazioni di Chuck Grassley

La rivelazione di Chuck Grassley sulla relazione di un presunto informatore dell’FBI aggiunge ulteriori elementi all’indagine in corso. Secondo la relazione, il presidente Biden avrebbe accettato tangenti dall’azienda energetica ucraina Burisma, in cui suo figlio Hunter Biden aveva legami.

Come riportato dal sito di Geopolitica N.A.-Intelligence For Freedom:

La famiglia del presidente americano ha accettato due volte tangenti per cinque milioni di dollari da Mykola Zlochevsky, l’amministratore delegato della compagnia energetica ucraina Burisma.

Il senatore repubblicano Chuck Grassley ha reso pubblici i documenti dell’FBI, in cui si afferma che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e la sua famiglia, in particolare suo figlio Hunter Biden, hanno accettato pesanti tangenti da una grande azienda ucraina. I documenti appena pubblicati sono stati preparati durante un’inchiesta del 2020, da cui è emerso che il presidente e la sua famiglia hanno accettato due volte cinque milioni di dollari dal ceo del colosso energetico ucraino Burisma, Mikola Zlochevszki.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Davide Donateo

Fondatore, Editore e Direttore Editoriale di News Academy, con una notevole esperienza, già fondatore di Database Italia e della casa editrice inglese Database International. Autore esperto nel campo della geopolitica e dell'OSINT (Open Source Intelligence), impegnato nella produzione di analisi approfondite e informazioni di alta qualità. Notevole Il suo impegno nel diffondere consapevolezza e conoscenza su temi cruciali che modellano il mondo contemporaneo.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio