NewsEsteri

Il Report della Commissione di giustizia USA Svela l’Agenda del Complesso Industriale di Censura per Manipolare le Nostre Menti

La Commissione di giustizia della Camera degli Stati Uniti D’America ha pubblicato il suo rapporto dal titolo “The Weaponization of CISA” (L’Armamento della CISA), che evidenzia il tentativo segreto del governo di condizionare la tua mente. Una delle grandi domande che noi, coinvolti nello smascherare il tentativo segreto di censura da parte dei governi, ci siamo posti negli ultimi mesi è: sapevano le persone coinvolte di essere in violazione di legge?

Questa domanda sembra aver ricevuto una risposta risposta con un sonoro sì dalla Commissione Giudiziaria della Camera. La scorsa settimana ha pubblicato il suo rapporto, “L’Armamento di CISA: Come un’agenzia di ‘sicurezza informatica’ ha cospirato con Big Tech e i partner della ‘disinformazione’ per censurare gli americani“, sulla censura da parte del governo.

“È solo questione di tempo”, ha scritto un ex vice consigliere generale per la Central Intelligence Agency (CIA) in una e-mail a un collega, “prima che qualcuno si accorga della nostra esistenza e cominci a chiedere del nostro lavoro”.

Il “noi” in quella frase si riferisce alla rete di agenzie governative e organizzazioni non governative che noi e altri abbiamo definito il Complesso Industriale di Censura. Questo complesso comprende il Center for an Informed Public dell’Università di Washington.

La sua leader, Kate Starbird, ha risposto alla ex funzionaria della CIA, Susan Spaulding, dicendo: “Sì. Sono d’accordo. Abbiamo un paio di vulnerabilità abbastanza ovvie”.

Il Report della Commissione di giustizia USA Svela l'Agenda del Complesso Industriale di Censura per Manipolare le Nostre Menti News Academy Italia
Jen Easterly, direttrice della Cybersecurity and Infrastructure Security Agency (CISA), mercoledì 3 novembre 2021. (Foto di Tom Williams/CQ-Roll Call, Inc tramite Getty Images)

Ma un giorno dopo, Starbird ha respinto l’idea che lei e i suoi colleghi stessero facendo qualcosa di sbagliato. Il vero problema era, ha spiegato, che “il dibattito pubblico attuale (in parte il risultato di operazioni informative) sembra accettare la “malinformazione” come ‘discorso’ e all’interno delle norme democratiche” e che CISA potrebbe affrontare “critiche in malafede” per la sua censura.

Cos’è la “malinformazione”? È un’informazione accurata che potrebbe portare le persone a trarre conclusioni sbagliate o a fare cose che Starbird, Spaulding e i loro alleati non volevano che facessero, come non vaccinarsi contro il Covid-19.

In realtà, i censori finanziati dai contribuenti americani si vedono non solo come i buoni, ma come supereroi. Uno dei leader del Complesso Industriale di Censura, Jen Easterly, direttrice dell’Agenzia per la Sicurezza Informatica e dell’Infrastruttura (CISA) all’interno del Dipartimento della Sicurezza Interna del governo degli Stati Uniti, ha come foto del profilo Twitter un’immagine a cartone animato di sé stessa come supereroe completo di mantello.

Il Report della Commissione di giustizia USA Svela l'Agenda del Complesso Industriale di Censura per Manipolare le Nostre Menti News Academy Italia
L’avatar di Jen Easterly su Twitter

Articoli sulla censura
Rapporto sul complesso censura-industriale: le 50 migliori organizzazioni da conoscere
Sotto l’apparenza della libertà: Le oscure ombre della nuova legge dell’UE sulla libertà di stampa
L’influenza del complesso industriale militare sulla narrazione mediatica sull’Ucraina: Un report svela i dettagli
Zuckerberg Confessa: La Censura su Facebook Nasconde la Verità sul Covid
Macron scova il capro espiatorio: la “disinformazione online” causa disordini in Francia! Ecco la brillante soluzione: LA CENSURA.
L’Inferno Nascosto: un’Indagine Accurata sul Traffico di Esseri Umani, Organi e l’Orrore della Prostituzione Minorile in Ucraina, una Verità Censurata dalla NATO e dai Fact Checker

Il Complesso Industriale di Censura: Un’ombra oscura

Le rivelazioni sconvolgenti del rapporto

  • Il Complesso Industriale di Censura è una rete di agenzie governative e organizzazioni non governative che collaborano per manipolare e controllare l’informazione disponibile al pubblico.
  • Include il Center for an Informed Public dell’Università di Washington, che gioca un ruolo chiave nella definizione delle politiche di censura.
  • Il rapporto della Commissione Giudiziaria svela che il Complesso Industriale di Censura ha lavorato in sinergia con le Big Tech e i partner della “disinformazione” per censurare gli americani.

Il rapporto della Commissione Giudiziaria contiene alcune dichiarazioni rivelatrici che mettono in luce la natura segreta e potenzialmente illegale delle attività del Complesso Industriale di Censura.

  • Conversazioni compromettenti: Una e-mail tra un ex vice consigliere generale della CIA e un collega rivela la consapevolezza di operare al di fuori dei limiti della legalità.
  • Riconoscimento delle vulnerabilità: Un messaggio di risposta di Kate Starbird, leader del Center for an Informed Public, conferma la presenza di vulnerabilità nel loro operato.
  • Contestazione delle critiche: Nonostante le prove, Starbird respinge l’idea che stiano facendo qualcosa di sbagliato, suggerendo che la censura sia necessaria per contrastare la “malinformazione”.
  • Definizione manipolata: Il rapporto solleva interrogativi sul concetto di “malinformazione” utilizzato per giustificare la censura, suggerendo che la definizione potrebbe essere adattata per adattarsi alle narrazioni desiderate.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio