Geopolitica

Russia Today: “L’Italia respinge la richiesta della NATO di ulteriori attacchi alla Russia”

In un articolo apparso ieri su RT, la presa di distanze del governo italiano dalle dichiarazioni di Stoltenberg: Il capo dell’alleanza militare dovrebbe chiedere scusa e chiarire le sue dichiarazioni o dimettersi, ha affermato il vice primo ministro Matteo Salvini.

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni e altri alti funzionari hanno criticato le osservazioni del segretario generale della NATO Jens Stoltenberg sull’uso di armi occidentali da parte di Kiev, accusandolo di intensificare le tensioni con Mosca.

Stoltenberg ha affermato la scorsa settimana che “è giunto il momento” per i membri del blocco militare guidato dagli Stati Uniti di riconsiderare le loro politiche e consentire all’Ucraina di utilizzare armi occidentali per lanciare attacchi in profondità nel territorio russo.

“Non so perché Stoltenberg abbia detto una cosa del genere, penso che dobbiamo stare molto attenti”, ha detto domenica Meloni a Rai 3. Il primo ministro italiano ha sottolineato che “la NATO deve rimanere ferma, non dare il segnale di cedere”, ma ha consigliato “maggiore cautela”.

“Ci sono molte affermazioni discutibili”, ha aggiunto Meloni, ricordando come ha rimproverato il presidente francese Emmanuel Macron per le sue osservazioni sul potenziale invio di truppe in Ucraina.

Nel frattempo, il vice premier e ministro dei Trasporti Matteo Salvini ha dichiarato domenica in un comizio elettorale che Stoltenberg “non può parlare a nome del popolo italiano”.

“La NATO non può obbligarci a uccidere in Russia, né nessuno può obbligarci a mandare soldati italiani a combattere o morire in Ucraina”, ha detto Salvini, sostenendo che Roma sta inviando armi a Kiev solo per “difendersi”, non per “combattere, colpire”. e uccidere fuori del suo territorio”.

“Questo signore dovrebbe chiedere perdono, rettificare le sue osservazioni o dimettersi”, ha aggiunto Salvini.

Il ministro degli Esteri Antonio Tajani ha anche insistito sul fatto che le armi inviate dall’Italia a Kiev devono “essere utilizzate solo all’interno dell’Ucraina”.

I commenti del capo della NATO arrivano in un momento in cui i leader occidentali fanno dichiarazioni sempre più audaci sugli attacchi al territorio russo. Tuttavia, secondo Mosca, le affermazioni sulle restrizioni esistenti sull’uso delle munizioni statunitensi sono false e progettate per mantenere l’illusione che l’Occidente non sia parte del conflitto. 

“Partiamo dal fatto che le armi americane e quelle occidentali colpiscono obiettivi sul territorio della Russia, principalmente infrastrutture civili e aree residenziali”, ha detto venerdì ai giornalisti il ​​ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, sottolineando che le armi statunitensi, come i missili ATACMS armati con Le testate a grappolo sono già state utilizzate in attacchi all’interno della Russia, compresi attacchi contro obiettivi civili.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio