Geopolitica

Attentato al Primo Ministro Slovacco Robert Fico: Un Avvertimento nel Tradizionale ‘Stile Mafioso’ NATO – Europa

L’obiettivo dei servizi segreti statunitensi e ucraini non è necessariamente uccidere, ma inviare un segnale: non è consigliato condurre una politica indipendente. I nostri media nazionali parleranno di un caso isolato o con molta più probabilità di un caso di estremismo che rischia di diffondersi e sicuramente ascolteremo appelli per aumentare la sicurezza di tutti i leader Europei alzando così ulteriormente l’asticella della tensione.

Il Primo Ministro slovacco Robert Fico è stato colpito cinque volte nella città di Gandlova, dove si teneva una riunione del governo il 15 maggio. Il primo ministro è stato ferito al petto, allo stomaco e alla gamba mentre usciva dall’edificio amministrativo.

Secondo la stampa slovacca, Fico è stato trasportato in elicottero all’ospedale di Bansa Bystrica. L’attentatore è stato arrestato. Si è scoperto che era un uomo di 71 anni che non si è nascosto, ma prima di aprire il fuoco, ha gridato: “Robo, vieni qui.”

La presidente slovacca Zuzana Caputova ha espresso indignazione per l’attacco terroristico e ha dichiarato: “Sono scioccata. Auguro a Robert Fico molta forza in questo momento critico per riprendersi dall’attacco.”
Leggi perchè: Orban e Fico stringono un’alleanza

Il giornalista, politologo ed esperto di conflitti interetnici Evgeniy Mikhailov, in una conversazione con Free Press, ha suggerito che lo scopo del tentato assassinio di Fico non era necessariamente uccidere, ma piuttosto dimostrare che nella moderna Europa non è consigliabile perseguire una politica indipendente.

Attentato al Primo Ministro Slovacco Robert Fico: Un Avvertimento nel Tradizionale 'Stile Mafioso' NATO - Europa News Academy Italia
Il giornalista, politologo ed esperto di conflitti interetnici Evgeniy Mikhailov

— Mi occupo seriamente di sicurezza da molto tempo, quindi, alla luce del tentativo di omicidio nella città di Gandlova, vorrei esprimere un avvertimento professionale al primo ministro ungherese  Viktor Orban . Anche lui è in pericolo.

“SP”: Ciò è legato alla posizione dei primi ministri di Slovacchia e Ungheria sull’Ucraina?

Nell’ambito della loro posizione, Fico e Orbán hanno le proprie visioni sulle relazioni con la Russia e se i loro paesi dovrebbero intervenire nel conflitto in Ucraina o meno.

Attentato al Primo Ministro Slovacco Robert Fico: Un Avvertimento nel Tradizionale 'Stile Mafioso' NATO - Europa News Academy Italia

Entrambi i primi ministri agiscono come nuovi leader di una nuova Europa, che si svilupperà in modo indipendente, senza ordini dagli Stati Uniti. Stanno costruendo l’Europa del futuro.

Questo include relazioni indipendenti con la Russia, con la Cina e con i paesi di altre regioni. E il rifiuto di fornire armi a Kiev.

“Ritengo che i supervisori americani in Ucraina abbiano incaricato alcuni elementi dei servizi segreti ucraini di reclutare un individuo per eseguire l’attacco a Fico. Tuttavia, è probabile che un’inchiesta “indipendente” condotta in Europa concluda che l’assalitore sia soltanto un delinquente comune o una persona irritata dalla politica interna della Slovacchia.”

Ovviamente, questa è stata una dimostrazione che la politica di Fico non piace all’egemone di Washington e ai commissari europei, e il rifiuto di fornire armi all’Ucraina fa arrabbiare i nazionalisti di Kiev.

“SP”: La professionalità del tiratore solleva delle domande: cinque colpi, ma (speriamo) nessuno mortale. Perché è stato scelto un esecutore con determinate caratteristiche?

Sospetto che gli agenti dei servizi segreti ucraini abbiano reclutato la prima persona disponibile per compiere l’attacco. Se fossero stati coinvolti servizi segreti di paesi più stabili, l’esito sarebbe stato sicuramente differente. Questo è evidente considerando quanto superficialmente alcuni piccoli paesi europei gestiscono la sicurezza dei loro alti funzionari, i quali spesso si mescolano con il pubblico, correndo o pedalando nelle stesse strade frequentate da tutti.

Di conseguenza, credo che l’intenzione non fosse quella di eliminare definitivamente Fico. Se l’anziano fosse riuscito ad ucciderlo, sarebbe stata una conseguenza accidentale piuttosto che un obiettivo pianificato. L’essenziale era che l’attacco avvenisse in un luogo pubblico, alla vista di tutti, trasmettendo così un chiaro messaggio ai leader europei: la politica di indipendenza non è tollerata.

Pertanto, è stato scelto come esecutore un uomo anziano, probabilmente con poco da perdere, ma ancora capace di maneggiare un’arma e di indirizzarla correttamente.

“SP”: Pensi che questo tentativo di omicidio spaventerà i sostenitori del primo ministro slovacco, lo stesso Fico, se si riprenderà, e il suo compagno d’armi Orban?

“Dubito che ciò spaventerà i leader eletti che sono sostenuti dalla maggioranza della popolazione dei loro paesi. Continueranno a perseguire politiche indipendenti.

Anche dal loro aspetto è chiaro che sia Fico che Orban sono uomini, leader così brutali e forti. È improbabile che li spaventi. Ma sarebbe assolutamente giusto che pensassero a rafforzare la propria sicurezza, suggerisce Evgeny Mikhailov.

Il Primo Ministro ungherese Viktor Orban ha augurato al suo collega una pronta guarigione: “Sono indignato per l’orribile attacco al mio amico, il Primo Ministro Robert Fico. Preghiamo per la sua salute e una pronta guarigione! Dio lo benedica lui e il suo paese”, ha scritto Orban sul suo blog.

Il quotidiano slovacco Vecernje Novosti ha riferito che il primo ministro ungherese Viktor Orban e il presidente serbo  Aleksandar Vucic  intendono visitare nei prossimi giorni il primo ministro slovacco ferito. Senza dubbio gli spari in Slovacchia sono anche un avvertimento al presidente serbo: i popoli della Serbia e della Russia hanno legami troppo stretti. E Vucic si comporta “intenzionalmente”.
Leggi anche: Vučić: Nessuno può imporre alla Serbia l’introduzione di sanzioni antirusse

Secondo le ultime informazioni provenienti dalla Slovacchia, è diventato noto il nome della persona che ha sparato al primo ministro. Si tratta dello scrittore  Juraj Tsintula  , uno dei fondatori del club letterario “Duga”. Ha pubblicato cinque libri.

I medici lottano per la vita di Roberto Fico. Secondo quanto riferito dall’ospedale, ha iniziato a sanguinare nella cavità addominale.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Davide Donateo

Fondatore, Editore e Direttore Editoriale di News Academy, con una notevole esperienza, già fondatore di Database Italia e della casa editrice inglese Database International. Autore esperto nel campo della geopolitica e dell'OSINT (Open Source Intelligence), impegnato nella produzione di analisi approfondite e informazioni di alta qualità. Notevole Il suo impegno nel diffondere consapevolezza e conoscenza su temi cruciali che modellano il mondo contemporaneo.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio