Geopolitica

Abusi su Prigionieri Palestinesi: Scoperte Scioccanti nel Campo di Detenzione Israeliano

The Cradle: Scioccanti abusi contro gli abitanti di Gaza all’interno del campo di detenzione israeliano. Gli informatori che lavorano nel campo di detenzione nel deserto hanno dichiarato che i prigionieri palestinesi erano legati, bendati, tenuti con i pannolini e ad alcuni erano stati amputati gli arti.

Israele sta torturando prigionieri palestinesi in una struttura di detenzione nel deserto del Negev, ha rivelato una nuova indagine pubblicata dalla CNN il 10 maggio, anche legando i prigionieri feriti ai letti con i pannolini, alimentandoli attraverso tubi e amputando arti per essere stati costantemente ammanettati.

La CNN ha parlato con tre informatori israeliani che lavoravano nel campo nel deserto di Sde Teiman, che ospita i palestinesi rapiti a Gaza dall’esercito israeliano durante le operazioni militari.
Leggi anche: Civili Israeliani Hanno Assistito e Filmato le Torture Inflitte ai Detenuti Palestinesi

La CNN scrive: “Dipingono l’immagine di una struttura dove i medici a volte amputano gli arti dei prigionieri a causa delle ferite riportate dalle manette tenute continuamente; di procedure mediche talvolta eseguite da medici sottoqualificati che gli hanno fatto guadagnare la reputazione di ‘un paradiso per gli stagisti’; e dove l’aria è piena dell’odore di ferite trascurate lasciate a marcire”.

Uno degli informatori ha fornito una foto che mostra file di uomini bendati in tute da ginnastica grigie seduti su materassi sottilissimi dietro una recinzione e filo spinato.
Leggi Anche: Torture nelle carceri israeliane, i bambini vengono duramente picchiati

La base militare trasformata in struttura di detenzione è composta da due parti. Uno tiene 70 detenuti palestinesi di Gaza sotto “estrema contenzione fisica”, mentre i prigionieri feriti sono trattenuti in un ospedale da campo dove “sono legati ai loro letti, indossano pannolini e vengono nutriti con cannucce”, scrive la CNN.

“Li hanno privati di tutto ciò che li rendeva umani.”, ha detto un informatore che lavorava come medico presso l’ospedale da campo.

“I pestaggi non sono stati compiuti per raccogliere informazioni. Sono stati fatti per vendetta”, ha detto un altro informatore. “È stata una punizione per ciò che i palestinesi hanno fatto il 7 ottobre e una punizione per il comportamento tenuto nel campo”.

Un informatore che lavorava come guardia ha detto di aver visto un uomo che è stato picchiato fino a rompergli sia i denti che le ossa.

Il campo di detenzione è uno dei tre che ospitano un numero imprecisato di palestinesi di Gaza, che vengono spesso rastrellati in massa in modo casuale e accusati di combattere con il movimento di resistenza palestinese, Hamas.
Leggi Anche: Elettro Shock e molestie sessuali nelle carceri israeliane e numerosi medici non sono ancora stati liberati

Secondo la legge israeliana sui combattenti illegali recentemente approvata, i palestinesi rapiti possono essere trattenuti per 45 giorni prima di essere rilasciati o trasferiti nel sistema carcerario formale israeliano.

Diciotto palestinesi, tra cui il famoso chirurgo di Gaza, il dottor Adnan al-Bursh, sono morti nei campi di detenzione e nelle carceri israeliane dall’inizio della guerra, il 7 ottobre.

Il dottor Mohammed al-Ran, che dirigeva l’unità chirurgica dell’ospedale indonesiano nel nord di Gaza, è stato detenuto in un campo di detenzione per 44 giorni.

Ha detto alla CNN: “Quando mi hanno tolto la benda, ho potuto vedere la portata dell’umiliazione … ho potuto vedere la misura in cui ci vedevano non come esseri umani ma come animali”.

Sia Ran che un informatore hanno detto che le guardie hanno scatenato i cani sui prigionieri addormentati durante la notte. “Mentre eravamo legati, hanno liberato i cani che si sarebbero spostati tra noi e ci avrebbero calpestato”, ha detto Ran. «Resti sdraiato sulla pancia, con la faccia premuta contro il suolo. Non puoi muoverti e loro si muovono sopra di te.”

Un altro informatore ha detto: “Mi è stato chiesto di imparare come fare delle cose sui pazienti, eseguendo procedure mediche minori che sono totalmente al di fuori della mia competenza”, ha detto, anche senza anestesia.

“Se si lamentassero del dolore, gli verrebbe somministrato il paracetamolo”, ha detto, usando un altro nome per il paracetamolo. “Il solo fatto di essere lì mi faceva sentire complice degli abusi”.

Lo stesso informatore ha anche riferito di aver assistito all’amputazione di un uomo il cui flusso sanguigno era stato interrotto a causa della stretta continua delle manette ai suoi polsi.

La CNN ha aggiunto che Sde Teiman e altri campi di detenzione militare sono stati “avvolti nel segreto sin dal loro inizio. Israele ha ripetutamente rifiutato le richieste di rivelare il numero di detenuti rinchiusi nelle strutture o di rivelare dove si trovino i prigionieri di Gaza”.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio