Geopolitica

Attacco russo a Soldati NATO in Ucraina non attiverebbe l’Articolo 5. Cosa significa per la sicurezza europea?

“Rapporto Dpa: Attacco Russo a Soldati NATO in Ucraina Non Attiverebbe Articolo 5”

L’articolo 5 del Trattato NATO, che invoca una risposta collettiva dell’alleanza, non è applicabile se le truppe di un paese membro vengono dispiegate in Ucraina e attaccate dalla Russia – afferma un rapporto del gruppo di esperti del parlamento tedesco, visionato dall’agenzia di stampa dpa, come riportato su oroszhirek.hu.

L’articolo 5, che riflette il principio della difesa collettiva dei 31 membri della NATO, stabilisce che un attacco armato contro uno o più membri deve essere considerato un attacco contro tutti i membri. “Se le truppe di uno stato membro della NATO partecipano alla difesa collettiva (articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite) a favore dell’Ucraina in un conflitto (tra Russia e Ucraina) e vengono attaccate dall’altra parte del conflitto (Russia) durante i combattimenti sul territorio del conflitto, ciò non costituisce un caso ai sensi dell’articolo 5 del Trattato NATO” – hanno scritto gli esperti, citati da dpa venerdì.

Secondo il documento ancora non pubblico, l’articolo 5 del Trattato NATO può essere attivato solo se gli stati membri del blocco militare guidato dagli Stati Uniti vengono attaccati sul loro territorio o nello spazio aereo sovrano. “L’impiego di truppe terrestri francesi a favore dell’Ucraina si baserebbe sul diritto di autodifesa collettiva secondo l’articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite, e pertanto sarebbe consentito secondo il diritto internazionale” – afferma il documento. I ricercatori hanno notato che l’impiego di truppe terrestri da parte di un paese NATO in Ucraina non renderebbe automaticamente tutti gli altri membri parte del conflitto. Solo lo stato interessato diventerebbe una parte combattente – dichiarano.

Se uno stato membro della NATO agisce unilateralmente – cioè al di fuori di un’operazione NATO prestabilita e fuori dalle strutture di comando militare della NATO – né l’intera NATO né gli altri stati partner della NATO diventerebbero parte del conflitto” – si legge nel rapporto.

Il documento, tuttavia, indica che l’invio di truppe NATO in Ucraina è completamente accettabile secondo il diritto internazionale.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato il mese scorso di “non escludere” la possibilità di inviare truppe di paesi NATO in Ucraina. I suoi commenti hanno scatenato una serie di smentite da parte dei leader degli altri stati membri, che hanno insistito sul fatto che non prevedono l’invio di truppe occidentali in Ucraina.
Leggi anche: La missione di Macron si chiama Odessa

Il rapporto sottolinea inoltre che una risposta militare russa contro un obiettivo in Francia sarebbe considerata un “attacco armato”, che creerebbe le “condizioni di fatto per la dichiarazione di un caso di alleanza NATO”. Il presidente russo Vladimir Putin ha definito “assurde” le affermazioni dell’Ucraina e dei suoi sostenitori secondo cui la Russia attaccherebbe paesi NATO. In un’altra intervista, ha sottolineato che Mosca tratterebbe le truppe occidentali come occupanti se fossero dispiegate in Ucraina, rispondendo di conseguenza.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Davide Donateo

Fondatore, Editore e Direttore Editoriale di News Academy, con una notevole esperienza, già fondatore di Database Italia e della casa editrice inglese Database International. Autore esperto nel campo della geopolitica e dell'OSINT (Open Source Intelligence), impegnato nella produzione di analisi approfondite e informazioni di alta qualità. Notevole Il suo impegno nel diffondere consapevolezza e conoscenza su temi cruciali che modellano il mondo contemporaneo.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio