Geopolitica

Cremlino: Il Regno Unito è “direttamente coinvolto” nel conflitto in Ucraina

Dmitry Peskov ha risposto alle rivelazioni dei media britannici

Il coinvolgimento militare diretto della Gran Bretagna in Ucraina non è mai stato un segreto, ma uno dei media dell’establishment del paese lo ha ora ammesso apertamente, ha detto giovedì il portavoce del presidente russo Vladimir Putin, Dmitry Peskov.

L’organo di informazione RTVI ha chiesto a Peskov di commentare un articolo del Times in cui si affermava che l’ammiraglio Tony Radakin, capo delle forze armate britanniche, avrebbe contribuito a elaborare “piani di battaglia” per l’Ucraina.

“In generale, non è un segreto che gli inglesi forniscano effettivamente diverse forme di sostegno. Persone sul campo, intelligence e così via”, ha detto Peskov. “Cioè, sono effettivamente direttamente coinvolti in questo conflitto”.

Secondo il quotidiano britannico , che cita una fonte militare ucraina, Radakin “si ritiene abbia aiutato gli ucraini con la strategia per distruggere le navi russe e aprire il Mar Nero”, ed è considerato “inestimabile nel coordinare il sostegno di altri alti capi della NATO”. .” 

Secondo quanto riferito, l’ammiraglio ha anche visitato Kiev e ha incontrato il presidente Vladimir Zelenskyj, per discutere della strategia dell’Ucraina e dei modi in cui l’Occidente potrebbe aiutare. 

Il Cremlino non dispone di informazioni specifiche su Radakin, ma “probabilmente i nostri militari lo sanno”, ha detto Peskov.

Radakin, 58 anni, sarebbe dovuto andare in pensione a novembre dopo tre anni come capo dello staff della difesa, ma resterà in carica per un altro anno su richiesta del primo ministro Rishi Sunak, ha riferito il Times. Una fonte ha detto al quotidiano che il governo britannico ritiene importante mantenere la “continuità” in vista delle imminenti elezioni generali.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz questa settimana ha inavvertitamente confermato la presenza di truppe britanniche sul terreno in Ucraina, sottolineando che gli operatori britannici stavano dirigendo i missili da crociera Storm Shadow. Un parlamentare britannico ha successivamente denunciato i commenti di Scholz come “un flagrante abuso dell’intelligence” che ha messo in pericolo il personale britannico e ha dato alla Russia un pretesto per intensificare la situazione.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio