Geopolitica

INFOWARS | All’Improvviso, I Leader Mondiali Mettono in Allerta il Mondo sulla Terza Guerra Mondiale

di Michael Snyder | EndOfTheAmericanDream.com

Leader di spicco in tutto il mondo stanno iniziando a riconoscere pubblicamente che la Terza Guerra Mondiale è alle porte. In molti casi esprimono la speranza che ciò possa ancora essere evitato, ma ciò diventa sempre meno probabile ogni giorno che passa. Molti partiti stanno intensificando il conflitto in Medio Oriente, la guerra in Ucraina è entrata in una nuova fase pericolosa e le elezioni appena svoltesi a Taiwan hanno reso molto più probabile un’invasione cinese. Allora cosa accadrà se le grandi potenze cominciassero a scontrarsi tra loro  in tutto il pianeta ? Siamo davvero sull’orlo dell’impensabile, ma la maggior parte della popolazione non ha idea di quanto siano diventate terribili le cose.

Lunedì, il ministro della Difesa britannico Grant Shapps ha avvertito che ora ci troviamo in un “mondo prebellico” e che le potenze occidentali potrebbero presto trovarsi a combattere  Russia, Cina, Iran e Corea del Nord …

…ora è il momento per tutti gli alleati e le nazioni democratiche del mondo di… assicurarsi che anche la loro spesa per la difesa cresca. Perché, come discusso, l’era del dividendo della pace è finita. Tra cinque anni potremmo guardare a più teatri tra cui Russia, Cina, Iran e Corea del Nord.

…ci troviamo all’alba di questa nuova era. Il Muro di Berlino è un lontano ricordo, ma abbiamo chiuso il cerchio, passando dal mondo del dopoguerra a quello prebellico. L’epoca dell’idealismo è stata sostituita da un periodo di realismo ostinato.

Sono rimasto sbalordito dal fatto che fosse disposto a fornire al pubblico una valutazione così onesta.
Ma ovviamente ha ragione.
Stanno arrivando molteplici guerre.

Funzionari statunitensi stanno lanciando avvertimenti simili. Ecco  un esempio …

Una fonte interna al Pentagono ha avvertito il Daily Express US che “siamo sull’orlo della terza guerra mondiale” nel mezzo del crescente conflitto in Medio Oriente innescato in gran parte dall’Iran.

La fonte interna al Pentagono che ha emesso questo avvertimento piuttosto inquietante è un uomo di nome Nicholas Drummond, il quale sostiene che l’attuale guerra in Medio Oriente potrebbe letteralmente portare alla  “fine dell’Iran” …

L’esperto di difesa Nicholas Drummond ha fatto eco alle preoccupazioni che il conflitto in Medio Oriente potrebbe potenzialmente intensificarsi, ma ha avvertito che se Teheran attaccasse direttamente Israele, la guerra che ne seguirebbe sarebbe “la fine dell’Iran”.

Quindi, esattamente, che tipo di armi sarebbero necessarie per provocare “la fine dell’Iran”?

Potresti rifletterci su per un momento.

Si parla molto anche della terza guerra mondiale in Russia. Infatti, uno dei più importanti conduttori di notizie russi, di nome Vladimir Solovyov, ha recentemente detto al suo pubblico che il nostro pianeta si sta  “muovendo verso la Terza Guerra Mondiale” …

“Stiamo andando verso la Terza Guerra Mondiale. Secondo me è già in corso. A proposito, anche Trump la pensa così”, ha aggiunto il presentatore russo, cercando di tagliare una frase dell’ex presidente che condanna gli attacchi statunitensi contro obiettivi Houthi nello Yemen.

Sì, in realtà aveva ragione riguardo a Donald Trump.

Non molto tempo fa, Trump ha avvertito pubblicamente una folla in Iowa che  “siamo molto vicini alla Terza Guerra Mondiale” …

Personalmente sono assolutamente convinto che la Terza Guerra Mondiale sia già iniziata, ma ciò di cui parlano Trump e altri è la fase calda in cui i missili inizieranno a volare ovunque e milioni di persone moriranno.

E siamo così vicini a questo in questo momento. Quanto segue proviene da  un articolo del Daily Mail  intitolato “La discesa nella terza guerra mondiale: come Russia, Iran e Cina stanno simultaneamente facendo mosse che ci trascineranno tutti in conflitto”…

Documenti trapelati dall’intelligence tedesca suggeriscono che Berlino si aspetta che la Russia lanci un’altra ondata di attacchi per sopraffare l’Ucraina, e si sta affrettando a elaborare piani di emergenza nel caso in cui le truppe russe marciassero verso ovest dalla Bielorussia.

Il conflitto Israele-Hamas minaccia di diffondere la violenza in tutto il Medio Oriente, con il cosiddetto “Asse della Resistenza” iraniano – tra cui gli Hezbollah libanesi e i ribelli Houthi dello Yemen – che aumentano i loro attacchi contro Israele e le rotte marittime commerciali, spingendo il Regno Unito e gli Stati Uniti a lanciare una serie di devastanti attacchi aerei e marittimi.

Più a est, l’elezione da parte di Taiwan di un nuovo presidente amante della democrazia ha fatto arrabbiare ancora di più Pechino, con un’invasione cinese dell’isola-nazione nei prossimi anni che sembra sempre più probabile.

È probabile che il Medio Oriente sarà il primo punto critico a scoppiare completamente.

La regione è diventata così instabile negli ultimi due mesi, e il mondo intero è rimasto sbalordito questa settimana quando l’Iran ha deciso di lanciare missili e droni in  Iraq, Siria e Pakistan …

Nel giro di 24 ore, l’Iran ha lanciato attacchi missilistici e droni su obiettivi in ​​tre paesi – Iraq, Siria e Pakistan – e ha compiuto il passo straordinario di annunciare la propria responsabilità per gli attacchi, scatenando la rabbia dei suoi vicini.

Allora perché l’Iran ha fatto questo?

Gli iraniani sostengono che l’attacco in Iraq ha preso di mira  “un centro di spionaggio israeliano” …

Baghdad ha richiamato il suo ambasciatore in Iran dopo che l’attacco di lunedì notte alla regione semi-autonoma settentrionale del Kurdistan ha ucciso quattro civili e ne ha feriti almeno sei. Teheran ha affermato che l’attacco ha preso di mira un centro di spionaggio israeliano vicino al consolato americano a Erbil, la capitale regionale del Kurdistan. Il primo ministro curdo iracheno Masrour Barzani ha respinto le affermazioni iraniane, descrivendo l’attacco come un “crimine contro il popolo curdo”.

Il Ministero degli Esteri iracheno, nel frattempo, ha definito gli attacchi una “violazione del diritto internazionale” e ha detto che presenterà una denuncia al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Il ministero degli Esteri francese ha affermato in una nota che l’Iran “sta contribuendo all’escalation delle tensioni regionali – e questo deve finire”.

Per quanto riguarda gli attacchi in Siria e Pakistan, gli iraniani affermano che stavano cercando di colpire i gruppi sunniti  che commettono atti di terrorismo …

Teheran ha anche colpito quelli che ritiene essere obiettivi dello Stato islamico nel nord della Siria in concomitanza con i suoi attacchi contro l’Iraq. Ha poi preso di mira il quartier generale di un gruppo armato sunnita nella provincia del Balochistan occidentale, in Pakistan, vicino al confine iraniano.

Martedì il ministero degli Esteri pakistano ha dichiarato di “condannare fermamente la violazione non provocata del suo spazio aereo da parte dell’Iran”, che ha causato la morte di due bambini e il ferimento di altri tre. Ha aggiunto che “è ancora più preoccupante che questo atto illegale abbia avuto luogo nonostante l’esistenza di diversi canali di comunicazione tra Pakistan e Iran”.

Ciò potrebbe potenzialmente trascinare il Pakistan nella guerra in Medio Oriente.
E non dimentichiamo che il Pakistan possiede armi nucleari.

È molto insolito che l’Iran sia così aggressivo.

E il ministro della Difesa iraniano promette che la sua nazione non esiterà a condurre attacchi missilistici simili  in futuro …

La mattina dopo gli attacchi iraniani ai vicini Pakistan e Iraq, il ministro della Difesa iraniano ha promesso mercoledì che il suo Paese “non porrà alcun limite” all’uso delle sue capacità missilistiche contro i nemici quando necessario.

“Siamo una potenza missilistica nel mondo”, ha detto ai giornalisti il ​​ministro Mohammad Reza Ashtiani in una riunione di gabinetto, secondo i media statali. “Ovunque vogliano minacciare la Repubblica Islamica dell’Iran, noi reagiremo, e questa reazione sarà sicuramente proporzionata, dura e decisiva”.

Nel frattempo, l’IDF e Hezbollah  continuano ad attaccarsi a vicenda  lungo il confine settentrionale di Israele…

Martedì le forze armate israeliane hanno effettuato una massiccia ondata di attacchi aerei e colpi di artiglieria contro obiettivi nella valle di Saluki, nel sud del Libano, a seguito di ripetuti attacchi contro obiettivi israeliani da parte dell’organizzazione terroristica libanese Hezbollah.

Secondo le Forze di Difesa Israeliane, il gruppo terroristico “fa ampio uso” della valle per le sue attività, nascondendo armi e infrastrutture nelle aree boschive della valle.

Secondo i rapporti libanesi, l’attacco aereo israeliano è stato finora tra i più grandi della guerra, colpendo 15 obiettivi diversi in almeno 30 attacchi lanciati.

E martedì l’esercito americano ha effettivamente colpito gli Houthi nello Yemen con un  “attacco preventivo”  perché apparentemente gli Houthi si stavano preparando a lanciare altri missili balistici antinave…

Martedì le forze statunitensi hanno effettuato un’altra serie di attacchi contro i siti Houthi nello Yemen, ma questa volta l’operazione è stata  soprannominata un attacco “preventivo”  arrivato in risposta ai  militanti che preparavano il lancio di missili  a terra in tempo reale.

“Le forze statunitensi hanno colpito e distrutto quattro missili balistici antinave Houthi”, si legge in una dichiarazione del Comando Centrale (CENTCOM). “Questi missili erano pronti per essere lanciati dalle aree dello Yemen controllate dagli Houthi e rappresentavano una minaccia imminente sia per le navi mercantili che per quelle della marina statunitense nella regione”.

La guerra è qui.

In effetti, il 2024 sarà un anno di guerra e, ovunque si verifichi un conflitto, gli Stati Uniti  saranno quasi certamente coinvolti .

Allora come risponderà il popolo americano mentre il mondo va in fiamme?

Nelle ultime settimane abbiamo visto manifestanti impazziti fare cose molto allarmanti a Washington, New York, Los Angeles e altrove.

Ma la verità è che la Terza Guerra Mondiale è ancora solo nelle primissime fasi. Quindi cosa accadrà una volta che gli eventi globali andranno  completamente fuori controllo ?

Sfortunatamente, credo che non passerà molto tempo prima che lo scopriamo.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio