Geopolitica

“AVEVA RAGIONE ORBÁN!” SEMPRE PIÙ LEADER EUROPEI SEGUONO LE SUE POSIZIONI POLITICHE

Un articolo apparso su The American Conservative ha messo in luce come diverse figure di spicco nel continente europeo abbiano gradualmente adottato la posizione politica del primo ministro ungherese, Viktor Orbán. L’autore dell’articolo ritiene che il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyi sia stato ridotto in pochi mesi da eroe a nullità nella politica internazionale. Questa transizione di opinione è stata alimentata da una serie di fattori, tra cui la percezione degli insuccessi militari ucraini e la crescente consapevolezza delle implicazioni di sostenere un regime altamente corrotto in una situazione di confronto con una superpotenza nucleare.

La spaccatura dietro le quinte tra i leader nazionali negli Stati Uniti e in Europa, che abbracciavano il mito dell’arretratezza russa, e coloro che in privato mettevano in dubbio la saggezza di sostenere uno dei regimi più corrotti del pianeta contro una Russia dotata di armi nucleari, ha iniziato a irrompere. Viktor Orban, il saggio e astuto primo ministro ungherese, ha sempre rifiutato le assicurazioni di Washington secondo cui la debolezza della Russia significava una sconfitta certa per Mosca. Ora, sempre più leader europei stanno adottando le sue posizioni politiche . Perchè?

Orban sostiene che il conflitto tra Kiev e Mosca “non è la nostra guerra”.  La sua insistenza sul fatto che gli europei dovrebbero sforzarsi di “isolarla, separarla, impedire che si diffonda ulteriormente” ora risuona tra gli europei mentre diventa dolorosamente chiaro a un numero sempre maggiore di europei che Putin non era e non è interessato a rendere l’Ucraina una parte della Russia. L’obiettivo strategico di Mosca era ed è tuttora quello di impedire che l’Ucraina diventi una piattaforma per la proiezione della potenza militare americana e degli alleati della NATO contro la Russia, non di conquistare l’Europa orientale.

Per molti dei critici americani ed europei del pericoloso fiasco in Ucraina, è il crollo dell’ordine civile negli Stati Uniti e in Europa, non la Russia, a rappresentare un pericolo chiaro e attuale per la civiltà occidentale, non per la Russia. Come si è visto recentemente a Filadelfia , l’illegalità nelle principali città americane sta raggiungendo un nuovo punto di ebollizione. Gli americani vogliono che il sistema giudiziario americano protegga gli americani e punisca i criminali, non che li addolcisca. 

In Svezia, il collasso della legge e dell’ordine è ormai così acuto che il primo ministro svedese ha chiesto l’impiego di truppe per ristabilire l’ordine. Gli europei e gli americani sanno che i milioni di persone che attraversano i loro confini non sono richiedenti asilo o rifugiati politici. Le masse vengono invitate a diluire l’identità e la cultura nazionale americana ed europea, sopraffacendo la capacità americana ed europea di assimilarle . 

Nella fretta di trarre vantaggio dalla guerra per procura di Washington in Ucraina, i politici occidentali, i CEO aziendali , i gestori degli hedge fund e i magnati dei media hanno commesso un grave errore. Si sono schierati con l’unipartito di Washington; l’agenda risvegliata della sinistra radicale e la guerra per procura permanente dei globalisti contro la Russia. È stato un grave errore di calcolo .


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Davide Donateo

Fondatore, Editore e Direttore Editoriale di News Academy, con una notevole esperienza, già fondatore di Database Italia e della casa editrice inglese Database International. Autore esperto nel campo della geopolitica e dell'OSINT (Open Source Intelligence), impegnato nella produzione di analisi approfondite e informazioni di alta qualità. Notevole Il suo impegno nel diffondere consapevolezza e conoscenza su temi cruciali che modellano il mondo contemporaneo.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio