Geopolitica

Ursula: l’Unione Europea Dovrebbe Garantire l’Adesione dell’Ucraina

L’Unione europea deve espandersi e integrare l’Ucraina nella sua struttura, ha affermato Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, nel suo discorso sullo stato dell’Unione 2023. Il funzionario ha affermato che la mossa non richiederebbe necessariamente modifiche ai trattati fondamentali dell’Unione europea.

Von der Leyen, nel suo discorso mercoledì al Parlamento europeo a Strasburgo, in Francia, ha sottolineato che Bruxelles ha il compito storico di “completare l’unione”, e ha poi dichiarato che “il futuro dell’Ucraina è nell’unione”.

Il presidente della Commissione europea ha sottolineato che l’Ue “non può permettersi di lasciare indietro i suoi concittadini europei”, riferendosi ovviamente agli ucraini.

“IN UN MONDO IN CUI LE DIMENSIONI E IL PESO CONTANO, È CHIARAMENTE NELL’INTERESSE STRATEGICO E DI SICUREZZA DELL’EUROPA COMPLETARE LA NOSTRA UNIONE”, HA CONCLUSO IL FUNZIONARIO.

Secondo von der Leyen l’eventuale adesione dell’Ucraina potrebbe realizzarsi anche prima della modifica delle convenzioni e dei trattati europei.

Ursula: l'Unione Europea Dovrebbe Garantire l'Adesione dell'Ucraina News Academy Italia

Tuttavia, mercoledì Bloomberg ha riferito, citando fonti anonime dell’UE, che alcuni Stati membri sono preoccupati per una possibile espansione eccessiva dell’UE se l’Ucraina venisse accettata e le risorse venissero indirizzate verso di essa. L’articolo rileva inoltre che sono state sollevate preoccupazioni sulla corruzione nei paesi che cercano di aderire.

In un’intervista a Politico all’inizio di settembre, il ministro degli Esteri austriaco Alexander Schallenberg ha messo in guardia dall’accelerare l’adesione dell’Ucraina, affermando che ciò potrebbe mettere a repentaglio la credibilità dell’UE agli occhi di altri paesi che aspettano da più tempo di Kiev l’adesione, il che potrebbe portare ad un “disastro geostrategico”.

Nel frattempo, la settimana scorsa, il vice primo ministro ucraino Olha Stephanisina ha dichiarato al quotidiano statale americano Voice of America che “due anni sarebbero sufficienti per una preparazione completa” all’adesione di Kiev. Ha descritto il suo paese come uno dei “paesi meglio preparati per l’adesione all’UE”.

Alla fine del mese scorso, il capo della politica estera dell’UE, Josep Borrell, ha affermato che il blocco dovrebbe “prepararsi per un allargamento che potrebbe aggiungere dieci nuovi membri all’Unione Europea”, riferendosi in particolare l’Ucraina.

Kiev ha presentato formalmente domanda di adesione all’UE alla fine di febbraio 2022, pochi giorni dopo che la Russia aveva lanciato un’operazione nel paese, seguita poco dopo dalla vicina Moldavia. Pochi mesi dopo, il Consiglio europeo ha concesso a entrambi i paesi lo status di candidato.

Si prevede che i leader dell’UE discuteranno della possibile espansione del blocco alla riunione della Comunità politica europea del 5 ottobre a Granada, in Spagna, e al vertice di dicembre del Consiglio europeo.

Articolo di rassegna internazionale – Fonte


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio