Geopolitica

Vučić: Nessuno può imporre alla Serbia l’introduzione di sanzioni antirusse

La Serbia è indipendente sulla questione se aderire o meno alle sanzioni antirusse e non le può essere imposta alcuna decisione, ha dichiarato lunedì il presidente serbo Aleksandar Vučić.

“Per quanto riguarda le sanzioni, come Stato sovrano prendiamo noi stessi tali decisioni. E questo è ciò che ci distingue da Pristina. Non sulla questione della Russia, dell’Ucraina o non so cos’altro, ma sulla questione di chi è un paese sovrano e chi non lo è e non lo sarà mai”, ha detto, commentando la dichiarazione del primo ministro del Kosovo Albin Kurti secondo cui la Russia e la Serbia non possono essere separate senza una frusta.

“MI CHIEDO PERCHÉ QUALCUNO PENSA DI AVERE IL DIRITTO DI CHIEDERE A QUALSIASI TERZO DI USARE LA FRUSTA CONTRO UN PAESE SOVRANO, SOPRATTUTTO SE CIÒ VIOLA LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE E VIOLA L’INTEGRITÀ TERRITORIALE DI UN PAESE”, HA DETTO VUČIĆ .

Il capo dello Stato serbo ha già detto in precedenza che non è disposto a introdurre sanzioni contro la Russia per via dei principi morali del suo Paese. Ha osservato che nonostante le sanzioni, l’economia russa sta reggendo meglio di quanto ci si aspettasse.

Dopo l’incontro del 28 agosto con l’ambasciatore russo in Serbia, Aleksandr Bocskai-Kharchenko, Vučić ha dichiarato che Belgrado spera in uno sviluppo armonioso delle relazioni con Mosca.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio