Economia

L’Eurodeputata Silvia Sardone Denuncia la Politica climatica dell’UE e Mette in Guardia dal “Suicidio” dell’Europa (video)

In un infuocato discorso al Parlamento europeo, l’eurodeputata italiana Silvia Sardone della Lega ha criticato aspramente la politica climatica dell’UE e ha messo in guardia dall’imminente “suicidio” del continente.

La Sardone ha iniziato il suo intervento mettendo in discussione senza mezzi termini il corso della politica europea: “Volete far crollare l’Europa? Ditelo una volta per tutte.” Ha criticato il “percorso folle” che l’UE ha intrapreso da anni e che alla fine porterà alla fine del continente.

L’eurodeputato ha preso di mira gli obiettivi climatici specifici dell’UE, tra cui una riduzione del 90% delle emissioni di CO₂ entro il 2040 e la neutralità climatica entro il 2050, sostenendo che questi obiettivi porteranno a crisi industriali, disordini sociali e perdite di posti di lavoro e mineranno la competitività dell’Europa su scala globale.

Riferendosi alle recenti proteste contro i trattori davanti al Parlamento europeo a Strasburgo, Sardone ha accusato i politici di prendere “decisioni immotivate” che avvantaggiano paesi come la Cina a scapito dell’industria europea.

La Sardone ha anche criticato l’UE per aver spostato in modo sproporzionato l’onere della protezione del clima sull’Europa e per aver trascurato il contributo di altre regioni, principalmente i paesi asiatici. Ha condannato come “incomprensibile” la dipendenza dell’UE dalle importazioni da paesi con scadenti standard ambientali.

Passando all’industria automobilistica, Sardone ha avvertito che l’Europa, con le sue rigide normative, rischia di diventare un mero satellite della Cina, che già domina la produzione di veicoli elettrici e batterie. Ha messo in guardia dalla dipendenza dell’UE dalla Cina per componenti critici come batterie e acciaio, che secondo lei mina l’autonomia e la competitività europea.

Sardone si è congratulata sarcasticamente con i leader dell’UE per quello che ha definito un “regalo gigantesco” alla Cina, suggerendo che le loro politiche hanno favorito la crescita economica e industriale del gigante asiatico a scapito dell’Europa.

L’appassionato discorso della Sardone ha sottolineato le profonde divisioni del Parlamento europeo sulla politica climatica della sinistra radicale e sulla direzione generale della strategia economica e industriale dell’UE.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio