Economia

Bill Gates e i Mini Reattori Nucleari: Innovazione o Dominio Corporativo?

L’energia nucleare è stata finora afflitta da un grosso problema: la costruzione di impianti di reattori spesso ha richiesto più tempo del previsto, e i costi previsti si sono moltiplicati, cosa che ha scoraggiato gli investitori. I principi di progettazione di base sono obsoleti e le centrali elettriche funzionano da molto più tempo.

La potenza industriale statunitense vuole gestire la transizione energetica senza dover fare affidamento sull’energia eolica e solare. Anche i più accaniti ecologisti si stavano avvicinando all’energia nucleare. Da decenni è chiaro ai ricercatori che si potrebbero costruire reattori più compatti, più sicuri e, soprattutto, standardizzati, ma raggiungere una svolta decisiva richiede molti investimenti e rischi.

La scorsa settimana, con una grave battuta d’arresto, il primo serio tentativo di costruire piccoli reattori negli Stati Uniti è stato improvvisamente annullato a causa dell’impennata dei costi. Nel 2017, le società di servizi pubblici della Carolina del Sud hanno abbandonato il loro progetto dopo aver speso 9 miliardi di dollari e non avendo ottenuto altro se non bollette al consumo più alte. Un’azienda di servizi pubblici è fallita e due dirigenti si sono dichiarati colpevoli di frode.

TerraPower, con il supporto di Bill Gates, prevede di costruire un reattore raffreddato al sodio per sostituire una centrale elettrica a carbone dismessa nel Wyoming. Oklo, con sede in California, vuole costruire minuscoli reattori da 15 megawatt che potrebbero alimentare comunità remote in Alaska o stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Emergono altre idee. X-Energy, una start-up nel Maryland, sta sviluppando un reattore a letto di ciottoli raffreddato a gas che produce non solo elettricità ma anche calore, qualcosa che i sistemi eolici e solari non possono fare. Dow vuole installarne quattro in uno stabilimento chimico in Texas per sostituire le turbine a gas naturale che producono vapore per i processi industriali.

Se un’azienda vincerà la gara, avrà il Santo Graal della produzione di energia: un reattore dal design standardizzato che potrebbe essere costruito innumerevoli volte. E solo poche aziende ne avrebbero i brevetti, mentre i reattori vecchio stile non avrebbero più alcun interesse.

Lo stesso gioco si sta svolgendo in altri settori tecnologici. Si tratta sempre di rendere prodotti semplici come energia, cemento, fertilizzanti artificiali, ecc. il più complicati e climaticamente neutri possibile. Le tecnologie classiche ad alta intensità di CO2 vengono sempre più abbandonate a causa dell’agenda climatica. Rimangono aziende americane che dominano il mercato, proprio come fece una volta la Standard Oil, il che sollevò presto le maggiori preoccupazioni antitrust possibili.

La nuova normalità

Il libro di Bill Gates “Come prevenire il disastro climatico: quali soluzioni sono disponibili e quali progressi sono necessari” è in cima a numerose classifiche di vendita.

Il motivo dell’attenzione è che lui e i suoi amici imprenditori come Warren Buffett hanno un obiettivo aggressivo: vogliono garantire che i premi di prezzo aggiuntivi per il clima siano garantiti attraverso l’innovazione tecnologica e investimenti significativi in ​​tutti i possibili prodotti, industrie e servizi -Neutralità tenderà allo zero nel prossimo futuro. Ciò significa: auto elettriche che costano quanto le attuali auto a combustione, fertilizzanti, cemento e tutto ciò che è rilevante per la civiltà. Così facendo, i super-ricchi vogliono togliere il vento alle vele dei critici e creare un futuro che sembri relativamente “normale” per le persone. Ci saranno ancora posti di lavoro, prodotti da acquistare, funzionari amministrativi. Quindi niente socialismo aperto, niente classica economia della scarsità come nel blocco orientale del 20° secolo. Cose che prima erano facili da produrre, come il carburante o i fertilizzanti artificiali, diventeranno molto complicate in futuro, ma non saranno più costose a causa dell’innovazione tecnologica.

Solo le mega-corporazioni possono soddisfare i nuovi standard (legali), con l’aiuto del potere finanziario e dei migliori scienziati. Laddove in precedenza qualsiasi azienda ordinaria poteva teoricamente estrarre e lavorare il petrolio (a un prezzo di vendita finale più economico rispetto al succo d’arancia o alle bevande analcoliche), in futuro l’energia sarà terribilmente complicata. Laddove prima era possibile produrre grandi quantità di ammoniaca per fertilizzanti artificiali utilizzando l’antico e collaudato processo Haber-Bosch, in futuro ciò non sarà più possibile. In futuro, le piante geneticamente modificate legheranno più azoto. Mentre prima era facile calcolare come costruire una centrale elettrica a gas o a carbone e trasportare l’elettricità generata in un raggio gestibile, in futuro l’elettricità sarà molto complicata.

Per la persona media, questo nuovo mondo sembrerà relativamente normale. E non capisce nemmeno quanto tutto possa essere economico. Attraverso l’innovazione tecnologica e l’ottimizzazione dei processi produttivi aziendali, molte cose stanno effettivamente diventando sempre più economiche, e di conseguenza non solo i dipendenti diventeranno sempre più ricchi, ma economicamente ci sarebbe sempre più produttività e prosperità, cosa che in realtà appartiene alle persone normali e le aziende normali. Il piano che Bill Gates sta perseguendo (e che certamente non si basa sulle sue stronzate), d’altro canto, garantisce che i livelli dei prezzi e quelli economici ristagneranno e saranno congelati.

Gates investe da tempo in tutti i tipi di aziende che hanno il potenziale per rendere ipercomplicata una cosa semplice senza grandi aumenti di prezzo. Una volta fondata una nuova società e stabilite le nuove procedure, il mercato è di nuovo un po’ più sotto controllo. E finché si potrà guadagnare denaro, anche i conservatori e i liberali del mercato potranno essere rassicurati e inclusi nel nuovo mondo.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio