EconomiaSoldi

Eolico: Il Caso Siemens Gamesa e il Presagio di un Disastro

La terza settimana di contrattazioni sui mercati azionari di giugno ha segnato una caduta spettacolare del 37% delle azioni di Siemens Gamesa, facendo presagire un disastro imminente. Siemens Gamesa è l’azienda risultante dalla fusione della divisione eolica di Siemens Energy con la società spagnola Gamesa. Da tempo l’azienda registrava perdite, il che ha portato Siemens Energy a riprendere il controllo all’inizio di giugno, ma questa mossa non ha convinto gli azionisti.

La notizia che la spagnola Iberdrola ha sospeso l’acquisto di undici turbine 5.X da Siemens Gamesa a causa di problemi tecnici ha innescato una valanga di speculazioni sulla necessità di richiamare tutte le turbine 5.X già vendute. Ma non sono solo le turbine di questo modello a presentare carenze tecniche. Secondo le stime di Bloomberg, Reuters e UBS, le spese per le riparazioni potrebbero raggiungere cifre molto elevate, con UBS che addirittura ipotizza una somma di 5 miliardi di euro. E questa potrebbe non essere la cifra finale.

La parte tedesca di Siemens Gamesa è leader mondiale nel mercato delle turbine eoliche in mare, mentre la parte spagnola è leader nel settore delle turbine eoliche su terra. Pertanto, questa crisi non può essere sottovalutata. Secondo la Reuters, fino al 30% delle 29.000 turbine costruite negli impianti eolici, con una capacità totale di 132 gigawatt a livello globale, potrebbe richiedere riparazioni o sostituzioni. Questa situazione è particolarmente impegnativa per le turbine in mare, in quanto potrebbe essere necessario trasportarle a terra su navi enormi per effettuare le riparazioni.

La causa dei problemi delle turbine non è stata resa pubblica, ma Christoph Zipf, portavoce dell’associazione industriale WindEurope, ipotizza che il problema derivi dalla corsa a realizzare turbine sempre più grandi a costi sempre più bassi, al fine di competere con i combustibili fossili. Vent’anni fa, dichiarò Zipf a CNBC, le turbine eoliche tipiche avevano una potenza di 1 megawatt, mentre oggi vengono collaudate turbine da 15 MW, il che comporta sfide significative per i componenti. Al fine di evitare costosi programmi di prova, le nuove turbine come il modello 5.X potrebbero essere state testate solo al computer, sottovalutando la realtà delle super-turbine.

Altri produttori di tecnologia per l’energia eolica, come Nordex e Vestas, non hanno segnalato problemi simili a quelli di Siemens Gamesa. Tuttavia, le difficoltà dell’azienda tedesco-spagnola non augurano nulla di buono a livello globale. Il timore che l’era delle super-turbine possa rivelarsi un costoso vicolo cieco tecnologico si è ormai diffuso nel mercato. Soprattutto considerando che il governo esalta le “tecnologie sostenibili” come futuro, il caso Siemens Gamesa sarà sicuramente il preludio di un gigantesco disastro se l’energia eolica non sarà in grado di garantire nemmeno le modeste percentuali di produzione di elettricità nazionale che fornisce attualmente.

Il Rischio di un Disastro Tecnologico

L’industria eolica è da sempre considerata un settore promettente per la produzione di energia pulita. Tuttavia, il caso di Siemens Gamesa getta un’ombra di dubbio sulla sostenibilità e l’affidabilità delle turbine eoliche di ultima generazione. La corsa alla produzione di turbine sempre più grandi e potenti, a costi sempre più bassi, sembra avere portato a compromessi sulla qualità e sulla sicurezza dei componenti.

Le Perdite di Siemens Gamesa e la Delusione degli Azionisti

La caduta del 37% delle azioni di Siemens Gamesa rappresenta un duro colpo per l’azienda e i suoi azionisti. Nonostante l’intervento di Siemens Energy per riprendere il controllo, la fiducia degli investitori non è stata ristabilita.

La Sospensione dell’Acquisto da Parte di Iberdrola

La decisione di Iberdrola di sospendere l’acquisto di undici turbine 5.X da Siemens Gamesa ha suscitato preoccupazione e speculazioni sulle prestazioni e l’affidabilità dei prodotti dell’azienda. Questa notizia ha scatenato una serie di domande sulle turbine già vendute e sulla necessità di richiamarle per riparazioni o sostituzioni.

Le Stime delle Spese per le Riparazioni

Mentre Siemens Energy ha stimato una spesa di circa 1 miliardo di euro per le riparazioni, le stime di Bloomberg, Reuters e UBS sono molto più elevate, arrivando a ipotizzare una somma di 5 miliardi di euro. Questo enorme costo potrebbe mettere a rischio la stabilità finanziaria di Siemens Gamesa e compromettere la sua capacità di mantenere la fiducia degli investitori.

La Difficoltà delle Riparazioni per le Turbine in Mare

Le turbine eoliche in mare rappresentano una sfida ancora maggiore per le riparazioni. Poiché non è possibile effettuare le riparazioni direttamente in mare, le turbine danneggiate potrebbero dover essere trasportate a terra su imbarcazioni speciali. Questo processo è complesso e costoso, aggiungendo ulteriori oneri finanziari e tempi di inattività alle problematiche già esistenti.

Le Cause dei Problemi delle Turbine

La causa esatta dei problemi che affliggono le turbine di Siemens Gamesa non è stata resa pubblica. Tuttavia, secondo Christoph Zipf, portavoce di WindEurope, l’associazione industriale del settore, la corsa verso turbine sempre più grandi a costi ridotti potrebbe essere una delle ragioni. La mancanza di test approfonditi e il focus esclusivo sulla simulazione al computer potrebbero aver sottovalutato le sfide reali legate alle super-turbine.

La Reputazione diSiemens Gamesa e il Futuro dell’Energia Eolica

La situazione critica di Siemens Gamesa solleva preoccupazioni non solo per l’azienda stessa, ma per l’intera industria dell’energia eolica. Se un produttore leader come Siemens Gamesa incontra problemi così gravi, cosa ciò significa per il settore nel suo complesso? Altri produttori di tecnologia per l’energia eolica, come Nordex e Vestas, finora non hanno segnalato problemi simili, ma l’incertezza e la diffidenza si stanno diffondendo nel mercato.

Il Futuro delle Super-turbine Eoliche

L’era delle super-turbine eoliche potrebbe rivelarsi un costoso vicolo cieco tecnologico se non vengono affrontati adeguatamente i problemi di affidabilità e sicurezza. Se le turbine non possono garantire la produzione di elettricità in modo costante e senza interruzioni, l’intero settore dell’energia eolica potrebbe essere compromesso. L’idea di un futuro sostenibile e basato sulle energie rinnovabili potrebbe svanire se l’energia eolica non riesce a soddisfare le aspettative.

La Corsa all’Efficienza e al Costo

La corsa verso turbine sempre più grandi e potenti è stata motivata dalla necessità di competere con i combustibili fossili e di rendere l’energia eolica più redditizia. Tuttavia, questo obiettivo potrebbe aver portato a un compromesso sulla qualità e sulla sicurezza dei componenti. I produttori potrebbero aver sottovalutato le sfide tecnologiche legate alla progettazione, alla produzione e alla manutenzione di turbine di dimensioni così imponenti.

La Necessità di Test Approfonditi

Per evitare costosi programmi di prova, le nuove turbine come il modello 5.X potrebbero essere state collaudate solo al computer. Questa strategia potrebbe aver trascurato aspetti cruciali che emergono solo in situazioni reali. Test rigorosi e approfonditi sono fondamentali per garantire la sicurezza e l’affidabilità delle turbine eoliche. Senza tali test, si corre il rischio di mettere a repentaglio l’intera industria eolica.

L’Impatto sul Mercato Globale

La reputazione compromessa di Siemens Gamesa avrà sicuramente un impatto sul mercato globale delle turbine eoliche. L’industria dovrà fare i conti con la diffidenza degli investitori e dei clienti, oltre che con una maggiore attenzione alle prestazioni e alla sicurezza dei prodotti offerti. Questo potrebbe portare a una riduzione degli investimenti nel settore e a una frenata dello sviluppo delle infrastrutture eoliche.

Conclusioni

Il caso di Siemens Gamesa rappresenta un campanello d’allarme per l’intera industria dell’energia eolica. Mentre il governo e molti esperti sottolineano l’importanza delle tecnologie sostenibili per il futuro, è essenziale affrontare in modo serio le problematiche sollevate dal caso Siemens Gamesa. La corsa verso turbine sempre più grandi e potenti a costi ridotti deve essere valutata attentamente per evitare un potenziale disastro tecnologico.

Domande Frequenti (FAQ)

  1. Qual è il motivo principale dei problemi delle turbine di Siemens Gamesa?
    • La corsa verso turbine sempre più grandi a costi ridotti potrebbe essere una delle cause dei problemi riscontrati.
  2. Quali sono le conseguenze per l’industria dell’energia eolica?
    • L’intera industria potrebbe subire una perdita di fiducia degli investitori e dei clienti, con una possibile riduzione degli investimenti e dello sviluppo delle infrastrutture eoliche.
  3. Altri produttori di turbine eoliche hanno segnalato problemi simili?
    • Al momento, non sono stati segnalati problemi simili da parte di altri produttori come Nordex e Vestas.
  4. Quali sono le stime per le spese di riparazione delle turbine di Siemens Gamesa?
    • Siemens Energy stima una spesa di circa 1 miliardo di euro, ma le stime di Bloomberg, Reuters e UBS indicano cifre molto più alte, con UBS che ipotizza una somma di 5 miliardi di euro.
  5. Cosa significa tutto ciò per il futuro dell’energia eolica?
    • Se l’energia eolica non può garantire la produzione di elettricità in modo costante e affidabile, il futuro dell’energia rinnovabile potrebbe essere messo a rischio. La fiducia nel settore potrebbe diminuire e gli obiettivi di sostenibilità potrebbero non essere raggiunti.


Iscriviti alla Newsletter
Sottoscrivi la newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti!

Processing

Mantieni in Vita la Nostra Missione, Sostieni la Libertà di Informazione!

Grazie per essere parte della nostra comunità e per il vostro sostegno continuo. Insieme, possiamo fare la differenza nel fornire informazioni e analisi che aiutino a comprendere meglio il mondo che ci circonda.
  • € *

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio